Me

Modello Bundesliga

I motivi del successo del calcio tedesco

Due squadre tedesche per la prima volta nelle semifinali di Champions League. Se qualcuno non si era accorto della crescita del calcio tedesco, la facilità con cui il Bayern Monaco ha eliminato la Juventus e la tenacia con cui il Borussia Dortmund ha avuto la meglio sul Malaga levano i paraocchi agli ultimi scettici. Il calcio tedesco è sul podio dei campionati più competitivi d’Europa.

Di per sé non è tanto il risultato del Bayern a dimostrare la forza del calcio tedesco (negli ultimi tre anni aveva portato i bavaresi per ben due volte in finale) quanto la scioltezza con cui i Campioni di Germania hanno battuto i Campioni d’Italia.

Il risultato del Borussia è altresì straordinario anche se arrivato contro una squadra spagnola relativamente poco competitiva. Ma proprio il Borussia ha fatto vedere il più bel calcio in Champions League. Ha giocato in un girone infernale con Manchester City, Real Madrid e Ajax ed è arrivato primo. Ha battuto agli ottavi l’altra sorpresa europea, lo Shakthar.

Con Bayern e Borussia, la Germania mostra all’intera Europa due modelli di grande successo. Che prima o poi il calcio tedesco sarebbe arrivato tra i migliori d’Europa era scritto negli eventi. Era sufficiente osservare una qualsiasi partita della Bundesliga: gran ritmo, tante reti e stadi pieni. Ogni partita del campionato tedesco è uno spettacolo in sé. Anche le partite della 2. Bundesliga (la serie B tedesca) sono di un livello al momento inarrivabile per il calcio italiano.

I motivi del successo del calcio tedesco sono tanti. Non è certo un caso che l’allenatore più corteggiato del mondo, Pep Guardiola, abbia scelto proprio il Bayern Monaco.

La formula magica della Bundesliga è una combinazione perfetta di programmazione, pochi debiti e stadi pieni. Il fattore economico è naturalmente decisivo. Le entrate in Germania, come nel resto del mondo, vengono dai diritti televisivi, dagli sponsor e dai biglietti dello stadio, ma in Germania è molto bene distribuite: i diritti televisivi contribuiscono per il 26,4 per cento, la pubblicità per il 26,5 e i biglietti (e introiti ad essi collegati) per il 21,18. In Germania, poi, il trasferimento dei giocatori contribuisce solamente per il 10 per cento alle entrate delle società. Le squadre tedesche investono moltissimo nel settore giovanile.

Un altro fattore di successo della Bundesliga è dato dal controllo della Federazione Calcistica Tedesca sulla programmazione economica delle società. Ogni società deve soddisfare determinati criteri e sulla base della credibilità del progetto economico-sportivo viene data una licenza. Il vantaggio di questo sistema è che si fanno pochi debiti e le finanze delle società sono solide e stabili.

L’ultimo aspetto di grande importanza sono i tifosi. Gli stadi tedeschi sono quasi sempre pieni. L’indotto dato dai biglietti è notevole perché i tifosi che riempiono gli stadi della Bundesliga acquistano anche bandiere, sciarpe, magliette, mangiano e bevono. L’intero giro di denaro è un fattore economico enorme. Da questo punto di vista la Germania è al primo posto, nessun altro campionato ha tanti spettatori quanti la Bundesliga.