Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

La storia di Kamba, ex calciatore dichiarato morto e che invece è ancora vivo

Di Antonio Scali
Pubblicato il 5 Mag. 2020 alle 11:23 Aggiornato il 5 Mag. 2020 alle 11:36
47
Immagine di copertina

L’ex calciatore Kamba, dichiarato morto nel 2016, è ancora vivo

Kamba, ex difensore della Primavera dello Schalke 04, è stato dichiarato morto nel 2016. Eppure le cose non sono andate così visto che l’uomo, oggi 33enne, è ancora vivo. Il calciatore infatti è stato vittima di una tentata truffa all’assicurazione da parte della ex moglie. Una storia a dir poco incredibile, come racconta la Bild.

Nel 2016 Kamba mentre si trova in Congo ha smarrito i suoi compagni durante un percorso all’interno del Paese africano, perdendo inoltre i documenti, il telefono e i soldi. L’ex moglie a quel punto, secondo quanto afferma la procuratrice Anette Milik, ne approfittò per dichiararlo morto in un incidente stradale, producendo anche un finto certificato di morte e inscenando il funerale.

Tutto questo per intascare il premio assicurativo, anche se a sentire il suo avvocato, l’ex moglie avrebbe saputo dell’assicurazione solo dopo la presunta morte dell’ex marito. Solo nel 2018 Kamba aveva cercato di smontare questa finzione da film recandosi presso l’ambasciata del Congo. Rientrato in Germania, l’ex Schalke 04 aveva poi lavorato come elettricista. Tanti ancora i punti oscuri, ma quel che è certo è che Kamba è ancora vivo.

LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

47
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.