Me

Testardi senza gloria: il libro sulle più grandi storie di calcio che non vi hanno mai raccontato

Di Marco Nepi
Pubblicato il 10 Set. 2019 alle 13:52 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 13:52
Immagine di copertina

Maradona. Pelè. Platinì. È facile raccontare le gesta di chi ha lasciato una firma indelebile nella storia del calcio. Fenomeni capaci di giocate poetiche che, nell’essere raccontate, diventano esse stesse poesia pura. Ma per poche persone che arrivano alla gloria ce ne sono tante, tantissime, che rimangono nell’oscurità. Il calcio d’altronde non è solo la Serie A o la Coppa dei Campioni; è soprattutto passione, sacrificio, divertimento.

Di questo parla il libro “Testardi senza gloria: le più grandi storie di calcio che non vi hanno mai raccontato” (edizioni Efesto) scritto da tre ragazzi: Marco Muscarà, Daniele Carboni e Giovanni Romano nelle librerie dallo scorso 10 luglio.

Testardi senza gloria

Il calcio esiste grazie a chi, pur non essendo capace di giocarlo, insiste testardamente tutti i giorni nel divertirsi ad inseguire un pallone, come Mauro Shampoo il più scarso attaccante di sempre. Chi, come Winston Coe il portiere con un braccio solo, riesce con impegno e volontà ad andare oltre i limiti del proprio fisico, per provare a coronare un sogno.

L’essenza del calcio si può trovare anche nei giocatori della Start; un manipolo di eroi sconosciuti che su un rettangolo d’erba, ha avuto il coraggio di sfidare addirittura l’esercito nazista. Accanto alle storie eccezionali dei grandi eroi del futbol ne esistono tante altre, spesso ancor più straordinarie ma meno famose. Storie che avvengono lontano dai riflettori, perché la luce può esistere soltanto se c’è il buio. E nel buio abitano personaggi complessi, stratificati, rarefatti. In bilico tra speranza di salvezza e consuetudine della sconfitta. Personaggi che, sebbene non siano mai stati dei numeri uno hanno, comunque, delle storie memorabili da raccontare. Storie di meravigliosi perdenti del mondo del calcio. Storie di testardi senza gloria.

Insomma, un libro da leggere. Non solo se siete appassionati di pallone.