Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport » Calcio

Il caldo eccessivo sta influenzando la Coppa d’Africa?

Immagine di copertina

Non è solo il calcio a essere protagonista nell’edizione della Coppa d’Africa in corso in Egitto, ma anche le temperature particolarmente elevate, dopo che quest’anno per la prima volta il torneo continentale si sta svolgendo tra giugno e luglio e non, come fino a due anni fa, tra gennaio e febbraio.

Tuttavia, se a gennaio e febbraio la temperatura e in genere più bassa, essa cresce nei mesi successivi, toccando in molti Paesi il proprio picco a maggio. In Egitto, tuttavia, luglio è uno dei mesi più caldi.

La Coppa d’Africa di quest’anno, che è iniziata il 21 giugno, terminerà il 19 luglio al Cairo, ma le partite nelle ore più calde della giornata si sono concluse con la fine della fase a gironi del torneo.

L’Uganda è scesa in campo con il termometro che segnava 36 gradi, esordendo con una vittoria per 2-0 contro la Repubblica Democratica del Congo, ma il giocatore Emmanuel Okwi ha detto alla BBC che giocare a tali temperature porta ad abbassare l’intensità del gioco.

Anche una squadra tra le più forti del continente come il Marocco ha esordito faticando per ottenere una vittoria per 1-0 con la Namibia, con l’assistente tecnico della nazionale Patrice Beaumelle che ha detto alla BBC di aver visto molti dei suoi giocatori pallidi in volto a causa del cald e l’allenatore Herve Renard che ha anche lui notato come gli orari non aiutino, soprattutto per le squadre che arriveranno in finale e dovranno perciò giocare più partite.

Non è un caso che fino a questo momento si noti una certa differenza nel numero di goal in base agli orari.

Le partite iniziate alle 16:30 ora locale hanno infatti segnato una media di 1,14 gol a partita, salite a 1,64 per quelle iniziate alle 18 o alle 19 per toccare una media di 2,46 per gli scontri iniziati dopo le 21.

Ti potrebbe interessare
Calcio / Indonesia, calciatore muore in campo colpito da un fulmine | VIDEO
Calcio / Buffon: “A 18 anni comprai il diploma, fu un errore”
Calcio / Calcio, la Fifa smentisce le indiscrezioni sul “cartellino blu”: “Errate e premature”
Ti potrebbe interessare
Calcio / Indonesia, calciatore muore in campo colpito da un fulmine | VIDEO
Calcio / Buffon: “A 18 anni comprai il diploma, fu un errore”
Calcio / Calcio, la Fifa smentisce le indiscrezioni sul “cartellino blu”: “Errate e premature”
Calcio / Europa League vs Conference League: guida alle differenze
Calcio / Nuovo allenatore Roma: chi dopo Mourinho? De Rossi ma non solo
Calcio / È morto Franz Beckenbauer, leggenda del calcio mondiale
Calcio / La corte Ue dà ragione alla Superlega: "Vietare altri tornei è illegale"
Calcio / Lutto nel mondo del calcio: è morto Antonio Juliano, storico capitano del Napoli
Calcio / Sorteggio degli Europei, parte l’audio di un film porno: “C’è uno strano rumore qui”
Calcio / La Serie A al gran ballo dei diritti tv