Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:43
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » TV

Nomine Rai, c’è l’accordo: Maggioni al Tg1, Simona Sala al Tg3. Sangiuliano resta al Tg2

Immagine di copertina

È stato letteralmente un “parto” (fino all’ultimo momento hanno rischiato di saltare e molti partiti erano già pronti a chiedere le dimissioni dell’amministratore delegato se non fossero andate in porto) ma alla fine Fuortes ce l’ha fatta. Domani in Cda a Napoli ci saranno le tanto agognate nomine: Monica Maggioni al Tg1, Simona Sala al Tg3 e Gennaro Sangiuliano rimane al Tg2. Al Gr Radio e Radio Uno al posto di Sala proposto l’attuale direttore di Rai News 24 Andrea Vianello, che verrebbe sostituito da Paolo Petrecca.  Alla Tgr confermato Alessandro Casarin, mentre a RaiSport l’indicazione è Alessandra De Stefano al posto di Auro Bulbarelli. Orfeo verso gli “approfondimenti”, mentre Antonio Preziosi dovrebbe approdare a Rai Parlamento.

Ma ancora stamattina c’è stato più di un momento in cui tutto sembrava poter saltare: anche i consiglieri di amministrazione non erano per niente contenti avevano rinunciato alla riunione convocata da Fuortes: il tema era che il CDA non accettava nomine a scatola chiusa.

Anche l’Usigrai si era messo di traverso con due durissimi comunicati uno ieri e uno stamattina dove si chiudevano le porte ad ogni ipotesi di direttore del Tg1 esterno (nei giorni scorsi erano girate autorevolissimo e indiscrezioni riguardanti la Gabanelli, la Gruber e la Varetto di Sky). Durissima la presa di posizione del sindacato interno Rai che boccia in pieno l’operato di palazzo Chigi: “Le ricostruzioni di queste ore sulle nomine Rai descrivono un quadro agghiacciante. Ormai, in maniera neanche troppo velata, le nomine verrebbero decise direttamente a Palazzo Chigi”. “L’era dei tecnici non può giustificare strappi che rappresentano precedenti gravissimi e preoccupanti: prima il CdA a totale controllo governativo e ora addirittura le nomine decise a Palazzo Chigi. Se fossero vere queste voci si starebbe trasformando la Rai da radiotv di Servizio Pubblico a radiotv di Stato”.

Ti potrebbe interessare
Discutiamo! / Anticipazioni Uomini e Donne oggi, 1 dicembre 2021 | Trono Classico e Over
TV / Ascolti tv martedì 30 novembre: La stagione della caccia – C’era una volta Vigata, Il richiamo della foresta, Le Iene Show
TV / Il Collegio 6, eliminati: chi è stato eliminato (espulso) oggi?
Ti potrebbe interessare
Discutiamo! / Anticipazioni Uomini e Donne oggi, 1 dicembre 2021 | Trono Classico e Over
TV / Ascolti tv martedì 30 novembre: La stagione della caccia – C’era una volta Vigata, Il richiamo della foresta, Le Iene Show
TV / Il Collegio 6, eliminati: chi è stato eliminato (espulso) oggi?
TV / Le Iene Show 2021: anticipazioni, servizi, conduttrice e streaming di oggi, 30 novembre
TV / La stagione della caccia – C’era una volta Vigata: quante puntate, durata e quando finisce
TV / Il Collegio 6: le anticipazioni della sesta puntata su Rai 2
TV / Le Iene Show 2021 streaming e diretta tv: dove vedere il programma
TV / La stagione della caccia – C’era una volta Vigata: il cast (attori) del film
TV / DiMartedì, le anticipazioni e gli ospiti della puntata di stasera 30 novembre 2021 su La7
TV / Cartabianca: anticipazioni e ospiti della puntata di stasera 30 novembre su Rai 3