Me

Chi è Margherita Mazzucco, l’attrice che interpreta Elena adolescente nella nuova serie “L’amica geniale”

Tutte le informazioni sulla ragazza che interpreta Elena Greco nella versione adolescente, una delle due protagoniste della miniserie Rai "L'Amica Geniale"

Di TPI
Pubblicato il 19 Dic. 2018 alle 07:05 Aggiornato il 19 Dic. 2018 alle 07:34
Immagine di copertina

Margherita Mazzucco | L’Amica geniale | Chi è | Elena Adolescente | Biografia | Storia

Margherita Mazzucco è l’attrice che interpreta Elena Greco adolescente nella miniserie di Rai 1 L’amica Geniale.

Come l’attrice che interpreta lo stesso personaggio, ma nella versione bambina, anche Margherita è giovanissima e alle prime armi; è stata una scelta della scrittrice, Elena Ferrante, la quale – probabilmente per una resa più naturale e “grezza” delle interpreti – ha voluto nel cast solo attrici “senza molta esperienza”.

> QUI TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SU L’AMICA GENIALE

Margherita risponde a perfezione a questo desiderio della Ferrante: un viso puro, delicato, angelico. Capelli biondi, pelle chiara, sorriso timido: la Mazzucco è una scelta “azzeccata” anche perché sembra davvero Elisa Del Genio – l’attrice che interpreta la Elena bambina – più cresciuta.

Sull’attrice, la sua biografia e la sua vita privata, non si hanno al momento molte altre informazioni.

L’amica geniale | Trama 

E’ davvero attesissima la miniserie L’amica Geniale, prodotta da RaiFiction, Hbo e TIMVision e tratta dalla quadrilogia di romanzi di successo di Elena Ferrante, scrittrice dall’identità ancora ignota.

La miniserie va in onda su Rai 1 dal 27 novembre 2018, due episodi alla volta; si tratta della prima stagione di una serie che potrebbe arrivare ad essere composta di 32 episodi totali.

L’Amica Geniale, pubblicato nel 2011, è infatti – come già anticipato – solo il primo di altri tre romanzi: Storia del nuovo cognome, Storia di chi fugge e di chi resta e Storia della bambina perduta. 

Il romanzo racconta la storia di due amiche – Elena (Lenù) Greco e Raffaella (Lila) Cerullo – sullo sfondo di una Napoli degli anni ’50, pericolosa e affascinante; l’amicizia delle due bambine, che nella quadrilogia è lunga sessant’anni, nasce, cresce e si consolida in un contesto post guerra fatto di degrado e povertà.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

La narrazione comincia con un’anziana signora, Elena Greco, la cui vita viene scossa dalla scomparsa improvvisa di Raffaella Cerullo, detta Lila, l’amica più importante che abbia mai avuto. Nel bel mezzo della notte il figlio di Lila, Rino, telefona a Elena, per avvisarla della scomparsa della madre. Elena, con voce dura e perentoria, dice a Rino: “Per favore, una volta tanto comportati come vorrebbe lei: non la cercare”.

Elena decide di infrangere la promessa fatta a Lila secondo la quale non avrebbe mai raccontato la loro storia, e comincia così a raccontare un’amicizia epica, ambientata nella Napoli degli anni ’50. È una Napoli pericolosa e affascinante, sfondo di un’amicizia durata sessant’anni.

Per le due protagoniste bambine la vita si limita al loro quartiere. Non si sono mai avventurate fuori. È nel quartiere, mai citato, che si intrecciano le loro storie con quelle di tantissimi altri personaggi, da Don Achille ai fratelli Solara, da Melina a Donato Sarratore, passando per decine di altre persone.