Me

Ambra Angiolini: tutto quello che c’è da sapere sulla conduttrice del Concertone

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 23 Apr. 2019 alle 15:30 Aggiornato il 23 Apr. 2019 alle 15:49
Immagine di copertina

Ambra Angiolini carriera | Film | Tv | Cinema | Allegri | Figli | Social

AGGIORNAMENTO 23 APRILE 2019 – Ambra Angiolini anche quest’anno conduce il Concerto del Primo Maggio insieme a Lodo Guenzi, la conferma è arrivata durante la conferenza stampa del grande evento. È il secondo anno consecutivo che la Angiolini sale sul palco di Piazza San Giovanni a Roma come conduttrice.

Ma cosa ha fatto Ambra nella vita? Qual è il suo passato? Di seguito tutto quello che c’è da sapere sulla carriera e sulla vita di Ambra Angiolini.

AMBRA ANGIOLINI CARRIERA – A soli 15 anni era già un volto noto della televisione italiana. La carriera di Ambra Angiolini, attrice, conduttrice e cantante italiana nata a Roma il 22 aprile 1977, è iniziata davvero prestissimo, grazie a Gianni Boncompagni.

Debutta nell’estate del 1992 nel programma “Bulli & Pupe”, spin-off estivo di “Non è la Rai”, nel quale fa già notare tutta le sue precoci abilità: ha presenza scenica, carisma, sa stare sul palco e non abbassa mai lo sguardo davanti alla telecamera, nonostante la giovane età.

Sono i prodromi di una grande carriera, che l’ha vista protagonista sia nel mondo del cinema che in quello della televisione.

Ecco tutto quello che c’è da sapere su Ambra Angiolini.

Ambra Angiolini carriera | Gli inizi 

Come detto, il battesimo nel mondo della televisione arriva molto presto per Ambra Angiolini. All’interno di “Non è la Rai” si fa notare per le proprie esibizioni, tra le quali spicca quella della canzone “Poster” di Claudio Baglioni, doppiata da una corista del programma.

A 17 anni si aggiudica il Telegatto come personaggio televisivo dell’anno. Nel 1994 pubblica inoltre il suo primo album, “T’appartengo”, che vince tre dischi di platino e un disco d’oro.

Il suo personaggio finisce al centro delle critiche per due grandi motivi: la strumentalizzazione della figura della donna, di cui vengono accusati in quegli anni i programmi di Boncompagni, e la presenza dell’auricolare per la conduttrice, letteralmente guidata dal regista in tutte le sue battute.

Ambra Angiolini carriera | La gavetta e il successo

Dopo aver lasciato “Non è la Rai”, Ambra inizia un periodo di grande gavetta in televisione. Recita nel film “Favola” (1996) e negli stessi anni partecipa a tantissimi programmi televisivi, tra i quali uno speciale del Bagaglino dedicato proprio a lei e andato in onda su Canale 5 e una indimenticabile puntata di “Milano-Roma” con Dario Fo, nella quale l’attore riceve proprio da Ambra la notizia dell’assegnazione del Premio Nobel per la letteratura.

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Nel frattempo l’attrice si stacca dall’immagine della ragazzina, ninfa di Boncompagni, e posa per il calendario “Max”. Continua a pubblicare album musicali (in totale 4), prodotti per lei da RTI Music, nei quali inizia ad affrontare temi impegnativi come l’omosessualità, al punto che diventa la madrina del primo Gay Pride italiano, quello del 2000.

All’inizio del nuovo millennio Ambra Angiolini scompare un po’ dal piccolo schermo e si dedica al teatro. Una scelta che si rivela azzeccata, visto che le vale il premio Torre d’argento come rivelazione teatrale dell’anno. Continua a dedicarsi al mondo lgbt: nel 2002 fa discutere molto il suo bacio lesbo con Jane Alexander durante il Pride.

L’anno del successo per l’attrice è il 2005: partecipa come opinionista al Festival di Sanremo, nell’edizione vinta dal suo compagno di allora, Francesco Renga.

La grande occasione nel mondo del cinema arriva l’anno dopo grazie al regista turco Ferzan Ozpetek, che la vuole per il suo film “Saturno contro”. La sua interpretazione è magistrale: Ambra riceve il David di Donatello e il Nastro d’argento come migliore attrice non protagonista e il Globo d’oro e il Ciak d’oro come rivelazione dell’anno.

Ambra Angiolini carriera | Il cinema

Da allora per l’attrice romana si aprono le porte del cinema. Ambra Angiolini è la madrina del Festival di Venezia del 2007. Negli anni successivi, oltre a condurre un programma su Mtv Italia, l’attrice viene coinvolta in tantissime pellicole: da Ce n’è per tutti (2009) a “Immaturi” (2011 e 2012), da “Tutti al mare” a “Anche se è amore non si vede” (entrambi nel 2011), passando per titoli di successo come “Viva l’Italia” e “Mai Stati Uniti” (2012).

Collabora dunque con registi come Luciano Melchionna, Paolo Genovese, Carlo Vanzina e Michele Placido. La lista di film che la vedono protagonista dunque si allunga: arrivano “Stai lontana da me” (2013), “Maldamore”, “Ti ricordi di me” e “Un Natale stupefacente” (2014), fino ad arrivare a “La scelta” (2015), “Al posto tuo” (2016) e “La verità, vi spiego, sull’amore” (2017).

Dentro il Rojava, guerra di Siria

Nel 2018 conduce il concerto del Primo maggio a Roma: finisce nella bufera per il maglione che esibisce durante la manifestazione, un capo color arcobaleno firmato Alberta Ferretti, del valore di 300 euro, in un contesto pensato per valorizzare la lotta alla disoccupazione e lo sfruttamento lavorativo.

Ambra esce dalla polemica con una battuta: “Però i miei slip costavano pochissimo”, ha scritto sui social prima di dichiarare che quel maglione le fosse stato dato solo in prestito.

Ambra Angiolini carriera | Vita privata

Per moltissimo tempo, dai primi anni Duemila fino al 2015, Ambra Angiolini è stata legata sentimentalmente al cantante Francesco Renga. I due non si sono mai sposati, ma dal loro amore sono arrivati due figli: Jolanda, nata nel 2004, e Leonardo, avuto invece nel 2006.

Nella loro relazione non sono mancati momenti di crisi, culminati nella rottura del 2015.

Dopo una breve relazione con il modello Lorenzo Quaglia, nell’estate del 2017 Ambra è stata paparazzata in compagnia di Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus. Il loro amore si è rivelato molto forte, visto che hanno deciso di sposarsi. Il matrimonio dovrebbe avvenire nel giugno 2019.

In un’intervista rilasciata, l’attrice ha rivelato di aver sofferto di bulimia quando era giovane.

> QUI AMBRA ANGIOLINI: “HO SOFFERTO DI BULIMIA, ECCO COME NE SONO USCITA” 

Ambra Angiolini carriera | Social

Ambra Angiolini ha un ottimo seguito sui propri canali social: su Instagram ha oltre 450mila follower, mentre su Facebook il suo account conta più di 60mila like.

L’attrice non è invece presente su Twitter.