Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:47
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Sociale

I ragazzi del Food Pride di Torino raccolgono il cibo invenduto e lo donano ai più poveri

Immagine di copertina

Promotore della iniziativa l’Agenzia nazionale giovani (ANG) diretta da Domenico de Maio

I ragazzi del progetto Food Pride Torino, ormai da alcuni mesi, stanno facendo il giro dei mercati di Torino per recuperare i prodotti invenduti e consegnarli a persone in difficoltà economiche.

Un progetto di grande valore sociale, che va avanti da tempo, di cui è promotrice l’Agenzia nazionale giovani (ANG) diretta da Domenico de Maio, e che ha il fine di contrastare lo spreco alimentare e stare vicino a chi ne ha bisogno.

Un’iniziativa a cui partecipano anche le persone destinatarie dei beni e che punta ad attivare percorsi di reinserimento sociale.

Questo il post su Instagram del direttore dell’Agenzia nazionale giovani (ANG) Domenico De Maio:

“Pronti per fare il giro dei mercati di Torino, recuperare i prodotti invenduti e consegnarli a persone in difficoltà economiche! Io ho fatto una foto simpatica, ma i ragazzi del progetto Food Pride, finanziato dall’Agenzia nell’ambito dei “Progetti di Solidarietà” (Esc 31) lo fanno tutte le mattine. Un modo per stare insieme, contrastare lo spreco alimentare e aiutare persone fragili. La novità di questo progetto è che spesso partecipano alla raccolta anche i destinatari dei beni, affinché questa azione non sia percepita solo come mero assistenzialismo ma un progetto per riattivare percorsi di comunità e reinserimento. La difficoltà di mettere un piatto a tavola purtroppo non è solo dei “senza fissa dimora”, ma anche per chi la tavola magari ce l’ha ma ha perso il lavoro oppure attraverso questo meccanismo riesce a risparmiare sulla spesa per comprare un paio di scarpe in più ai figli. Questi ragazzi non si sono limitati a scendere in piazza per manifestare per l’ambiente ma sono impegnati a cambiare, concretamente, un pezzettino di mondo. Grazie!”

food pride torino

Ti potrebbe interessare
Sociale / Cresce l’uso di internet in tutti i settori
Sociale / Assistenza agli anziani: ecco i servizi utili più richiesti in era Covid
Salute / Stanchezza mentale, quali rimedi?
Ti potrebbe interessare
Sociale / Cresce l’uso di internet in tutti i settori
Sociale / Assistenza agli anziani: ecco i servizi utili più richiesti in era Covid
Salute / Stanchezza mentale, quali rimedi?
Economia / Sale da gioco chiuse: milioni di italiani scommettono illegalmente
Lotterie / Il boom economico dei settori online, all’epoca del Coronavirus
Sociale / Associazione Kimono Rosa: “Con Covid impennata di violenza sulle donne”
Sociale / Costi e (potenziali) benefici della legalizzazione delle droghe leggere
Cronaca / A Milano l’Università va in carcere: “Così detenuti e studenti fanno lezione insieme”
Sociale / La challenge globale di Alessandro Del Piero per sconfiggere il lavoro minorile, insieme a Save the Children
Milano / Omofobia, Rosaria Iardino: “Il SSN garantisca i farmaci per la transizione”