Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Migranti

La nave Sarost 5 approda in Tunisia, ma per il premier i migranti “vogliono andare in Europa”

Immagine di copertina

L'imbarcazione con a bordo 40 migranti era ferma da più di due settimane al largo delle coste tunisine in attesa dell'autorizzazione ad entrare in un porto di Tunisia, Malta o Italia

La Tunisia ha autorizzato l’attracco sulle sue coste della nave Sarost 5, l’imbarcazione con a bordo 40 migranti ferma da più di due settimane al largo delle coste tunisine in attesa dell’autorizzazione ad entrare in un porto di Tunisia, Malta o Italia.

La notizia è stata data dal premier Youssef Chahed, che ha precisato di aver dato l’autorizzazione per ragioni umanitarie, permettendo così lo sbarco dei profughi salvati dalla nave mercantile Sarost.

I migranti erano stati soccorsi nella zona di recupero maltese dopo che il  loro gommone era entrato in avaria.

“Il primo intervento di salvataggio si è svolto in una zona di competenza delle autorità maltesi. C’è stata una controversia su quale paese avrebbe dovuto accogliere i migranti”, ha precisato il rpimo ministro Chaled.

“La Tunisia ha rifiutato l’apertura di campi per accogliere i migranti. La nave non deve essere usata come un pretesto a questo scopo”, ha però aggiunto il premier tunisino.

“Le condizioni dei profughi a bordo della nave sono buone ed è stata assicurata loro assistenza medica”, ha dichiarato Youssef Chahed.

Il premier ha però voluto precisare che i migranti trasportati dalla Sarost 5 non vogliono restare in Tunisia, preferendo invece raggiungere l’Europa come il loro stesso viaggio dimostra.

Secondo quanto riportato inizialmente dalla Croce rossa tunisina, che aveva localizzato il gommone lunedì al largo delle coste di Zarzis, i migranti avrebbero rifiutato i soccorsi delle autorità di Tunisi perché volevano essere recuperati da navi europee.

“Sono stati vani tutti i tentativi di convincerli a entrare in porto”, ha spiegato il direttore regionale della Croce rossa di Medenine, Manji Salim.

Secondo quanto riportato dalla rete televisiva Nessma la Marina tunisina ha “offerto l’assistenza ai migranti a bordo, senza però poterli convincere ad attraccare”.

Il gommone è stato poi soccorso dalla nave gaziera “Sarost 5”, che non ha ottenuto il permesso per attraccare in un porto tunisino.

I migranti salvati provengono da Mali, Nigeria, Bangladesh, Libia ed Egitto. Tra loro ci sono otto donne e tre bambini.

I membri dell’equipaggio inizialmente hanno ricevuto conferma dalle autorità tunisine di attraccare nel porto di Sfax, ma la decisione è stata revocata poco dopo. La nave ha quindi tentato di entrare nel porto di Zarzis domenica sera senza essere autorizzata, ma non ci è riuscita. 

Da allora, la nave era bloccata in mare a poche miglia nautiche dalla costa tunisina.

Ti potrebbe interessare
Migranti / 40mila migranti respinti illegalmente dai Paesi europei (Italia inclusa): 2mila morti. L'inchiesta del Guardian
Migranti / Naufragio al largo della Libia, Mezzaluna Rossa: "50 morti"
Migranti / Migranti: naufragio al largo della Libia, 11 corpi recuperati
Ti potrebbe interessare
Migranti / 40mila migranti respinti illegalmente dai Paesi europei (Italia inclusa): 2mila morti. L'inchiesta del Guardian
Migranti / Naufragio al largo della Libia, Mezzaluna Rossa: "50 morti"
Migranti / Migranti: naufragio al largo della Libia, 11 corpi recuperati
Migranti / Senza gli immigrati l’economia italiana crollerebbe: ogni anno producono il 9% del Pil. Il rapporto della fondazione Leone Moressa
Migranti / Barcone con 56 persone a bordo si capovolge a largo della Libia, l’allarme di Unhcr
Migranti / Migranti, nessuna invasione: il rapporto che smentisce le fake news su chi arriva in Italia
Migranti / Ocean Viking, i 182 migranti sbarcheranno a Messina
Migranti / Migranti, sbarcati 108 migranti a Lampedusa. Il sindaco a TPI: "Hotspot strapieno"
Migranti / Migranti, sbarchi in aumento a settembre 2019: per la prima volta il sorpasso sul 2018
Migranti / Il nuovo governo non sta cambiando linea sui migranti (di G. Cavalli)