Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Scienza

Dipendenza da Fortnite: il problema sta diventando serio

Immagine di copertina
I giocatori diventano spesso patologici

Storie di ragazzini che sono diventati dipendenti dal gioco, con danni per se stessi e per le tasche dei loro genitori, spesso inconsapevoli

Fortnite dipendenza, si potrebbe chiamare così.

A giugno 2018, l’Organizzazione mondiale della sanità ha riconosciuto la “dipendenza dai videogame” come una malattia. Probabilmente così tardi perché la situazione peggiora con l’avanzare delle tecnologie.

La patologia potrebbe avere un altro nome:  Fortnite. Al momento il videogame registra 200 milioni di utenze.

Le storie

Per esempio, Bloomberg racconta la storia di Carson, 17 anni e più di 12 ore al giorno passate davanti ad uno schermo tentando di vincere contro gli altri 99 concorrenti della partita. “Avevamo fatto qualche progresso nel convincerlo a ridurre le sue ore di Fortnite e dormire meglio- spiegano i suoi genitori ormai senza speranze – ma è tornato alle sue vecchie abitudini”.

La specialista

Lorrine Marer è una specialista comportamentale britannica che lavora con i bambini che combattono la dipendenza da gioco ed è veramente spaventata da Fortnite: “Non ho mai visto un gioco che abbia un tale controllo sulle menti dei bambini”. Conferma qualcosa che qualsiasi giocatore potrà dire:“Una volta che sei agganciato a questo gioco, è difficile smettere ”.

Tutti uomini

Ci giocano 150milioni di adolescenti maschi. Non è il solito videogame sparatutto: è un fenomeno collettivo e una ossessione generazionale. In pochi mesi ha polverizzato tutti i record. L’ultimo: 628 mila persone hanno seguito in diretta la sfida di un rapper e una star (che dice di guadagnare mezzo milione di dollari al mese in questo modo).

Ti potrebbe interessare
Salute / Influenza australiana, è boom di casi: ecco quali sono i sintomi e le cure
Salute / Multe ai no vax over 50, Schillaci: “Riscuoterle potrebbe costare di più di quello che poi ne potrebbe derivare”
Salute / Infanzia bruciata: una rete “a maglie strette” per contrastare gli abusi e il disagio
Ti potrebbe interessare
Salute / Influenza australiana, è boom di casi: ecco quali sono i sintomi e le cure
Salute / Multe ai no vax over 50, Schillaci: “Riscuoterle potrebbe costare di più di quello che poi ne potrebbe derivare”
Salute / Infanzia bruciata: una rete “a maglie strette” per contrastare gli abusi e il disagio
Salute / Trucchi antietà: scopri la corretta skincare routine quotidiana
Salute / Quarantena per gli asintomatici, Schillaci: “Dopo 5 giorni potranno tornare a lavoro”
Salute / Tutte le differenze tra dispositivo medico e medicinale
Salute / Una donna è sopravvissuta a 12 tumori: è il primo caso al mondo
Salute / Capelli: ecco come prendersene cura
Salute / Meloni voleva reintegrare i medici no vax per problemi di organico, ma gli interessati sono meno di 2mila
Salute / Rimedi alternativi e naturali contro i disturbi provocati dallo stress