Osservatorio Sanpellegrino: così l’idratazione combatte stress e insonnia

Il professor Umberto Solimene, dell'Università di Milano, spiega come un giusto apporto giornaliero di acqua può aiutarci contro stress e disturbi del sonno

Di Redazione TPI
Pubblicato il 9 Lug. 2020 alle 09:20 Aggiornato il 9 Lug. 2020 alle 13:03
0
Immagine di copertina

Osservatorio Sanpellegrino: così l’idratazione combatte stress e insonnia

Il professor Umberto Solimene, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino, spiega come un giusto apporto giornaliero di acqua può aiutarci contro stress e disturbi del sonno

È appena un mese che il nostro paese ha ricominciato a respirare una parvenza di normalità. Dopo sforzi e limitazioni, ai quali gli italiani sono stati chiamati a resistere, finalmente si può tornare lentamente a godersi le piccole gioie della vita quotidiana. Tuttavia, il lockdown ha inferto un forte colpo psicologico al nostro paese con un sensibile aumento di casi di stress, ansia e disturbi del sonno: sofferti dal 60% degli italiani secondo un recente studio dell’Istituto Piepoli, commissionato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi. Disagi importanti, da affrontare con gli giusti strumenti a seconda della loro gravità.

C’è un gesto quotidiano che ci può aiutare quando parliamo di stati di ansia e problemi di sonno: bere un giusto quantitativo di acqua. Spesso sottovalutata, la corretta idratazione è una preziosa alleata nel mantenimento del nostro equilibrio psico-fisico. I differenti minerali presenti nell’acqua aiutano a conciliare il sonno e a combattere la fatica e lo stress accumulato nell’arco della giornata. Come è stato dimostrato da alcune ricerche a livello internazionale, il giusto apporto di sodio e magnesio contribuisce, infatti, a rispondere in maniera efficace alla pressione giornaliera a cui siamo soggetti.

“Una corretta idratazione a base di magnesio e sodio può aiutarci ad affrontare al meglio lo stress e i suoi effetti sul sistema emotivo e sul nostro corpo, come il calo di energia e di efficienza – spiega il Prof. Umberto Solimene, dell’Università degli Studi di Milano, membro dell’Osservatorio Sanpellegrino, Presidente FEMTEC, Federazione Mondiale del Termalismo – bisogna sapere che il magnesio e il sodio sono micronutrienti con un ruolo chiave per la regolazione dell’umore e la cura dello stress”.

“L’acqua, inoltre, è un elemento fondamentale per favorire la regolarità intestinale, migliorando il processo digestivo ed evitando così di appesantire il riposo. Per chi ha difficoltà a digerire è particolarmente utile un’acqua minerale di tipo bicarbonato-solfato: questi due sali minerali, il bicarbonato e il solfato, aiutano infatti la digestione poiché stimolano fegato e pancreas e favoriscono l’azione degli enzimi digestivi. Le disfunzioni del tratto biliare ed enterico, infatti, sono sempre più in aumento a causa dello stress, delle abitudini alimentari e della vita moderna.” Conclude il Professor Solimene.

Se ad una corretta idratazione riusciamo ad unire anche una leggera attività fisica allora possiamo ridurre sensibilmente la tensione giornaliera e favorire il riposo notturno. L’attività fisica, meglio ancora se praticata all’aperto e in compagnia, è, infatti, uno dei metodi naturali migliori per stimolare il buon umore e ritrovare il giusto equilibrio psico-fisico.

Sanpellegrino è l’azienda leader nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi. I suoi prodotti, sintesi di benessere, salute ed equilibrio, sono presenti in 150 Paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei cinque continenti. Sanpellegrino, come principale produttore di acqua minerale, è da sempre impegnata per la valorizzazione di questo bene primario per il Pianeta e lavora con responsabilità e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.