Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Salute

I millennial fanno sempre meno sesso, 7 su 10 usano materiale porno

Immagine di copertina

I dati in uno studio Eurispes

Secondo un rapporto Eurispes intitolato Giovani e sesso: dal noi all’io, il 44 per cento degli sposi sotto i 30 anni tradisce il proprio partner.

Non solo: 7 giovani su 10 utilizzano materiale pornografico, 6 su 10 fanno sexting (inviano cioè testi o immagini sessualmente esplicite tramite Internet o telefono cellulare), e sempre 6 su 10 hanno avuto almeno un’avventura di una sola notte.

Il rapporto mette quindi in luce alcune tendenze: un atteggiamento disinvolto dei millennial in tema di sesso, ma anche una ipersessualizzazione dettata dall’utilizzo eccessivo di internet e cellulari, che tende a volte a “svuotare” la sessualità reale.

I giovani di oggi, infatti, fanno meno sesso rispetto a quelli di 20 anni fa.

Molti giovani hanno infatti una visione del sesso, filtrata ad esempio dal porno, che non corrisponde alla realtà.

Anche altri dati emergono dalla ricerca Eurispes: 4 giovani su 10 fanno utilizzo di sex toys, 5 su 10 vorrebbero provare il bdsm (pratica sessuale che prevede bondage, dominazione, sottomissione, sadismo e masochismo).

La contraccezione

Allarmanti alcuni dati sui contraccettivi, che non vengono usati mai dal 26 per cento degli intervistati omosessuali. Tra gli eterosessuali, a usarli sempre è solo il 40 per cento.

È soprattutto nelle regioni del Centro e del Sud Italia che i contraccettivi non vengono usati quanto si dovrebbe.

L’autoerotismo

Per 8 giovani su 20 l’autoerotismo “fa parte della normale vita sessuale di un adulto”. A pensarla così è soprattutto chi ha un titolo di studio elevato, come laurea, master o dottorato di ricerca.

Tra chi ha come titolo di studio la maturità o la licenza media, invece, sono molti meno a pensarla così (si ritiene “molto d’accordo” con l’affermazione sopracitata solo il 36 per cento).

Sesso a pagamento

Sei maschi su 10, tra i giovani, ritengono accettabile il sesso a pagamento, percentuale che scende al 52 per cento tra le donne.

Sesso e amore

Quattro millennial su 10 ritengono che sesso e sentimenti coincidano sempre, solo il 5,9 per cento ritiene invece che non coincidano mai.

Leggi anche: Il perfezionismo è la nuova “patologia” dei millennial

Leggi anche: Perché per i millennial è più difficile trovare il vero amore

Ti potrebbe interessare
Salute / Battaglia alla Cop: sigarette elettroniche vs fumo tradizionale
Salute / Il divieto di svapo arricchisce il mercato nero
Salute / Corea del Sud: “Non mangiate gli stuzzicadenti fritti”. Seul contro la nuova tendenza virale sui social
Ti potrebbe interessare
Salute / Battaglia alla Cop: sigarette elettroniche vs fumo tradizionale
Salute / Il divieto di svapo arricchisce il mercato nero
Salute / Corea del Sud: “Non mangiate gli stuzzicadenti fritti”. Seul contro la nuova tendenza virale sui social
Salute / Oms, i vaccini anti-Covid hanno salvato 1,4 milioni di vite in Europa
Salute / Il Servizio Sanitario Nazionale compie 45 anni: la monografia realizzata dalla Fondazione GIMBE
Salute / Cancro al colon, sotto accusa il batterio Escherichia coli
Salute / Città del futuro: anche in Italia si punta sulle wellbeing city
Salute / Crampi allo stomaco: cause principali e rimedi
Salute / Cos’è la stimolazione transcranica a cui si sta sottoponendo Fedez
Salute / Animenta, la non-profit che racconta con parole nuove i disturbi alimentari