Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Bruno Vespa si difende dagli attacchi dopo l’intervista a una donna vittima di violenza: “La rifarei ma starei più attento”

Immagine di copertina

Bruno Vespa si difende dagli attacchi dopo l’intervista a Lucia Panigalli

Il conduttore di Porta a Porta Bruno Vespa è intervenuto di nuovo sul caso della sua “discussa” intervista a Lucia Panigalli del 17 settembre: “L’intervista? Certo che la rifarei ma starei attento a non usare frasi che possono prestarsi a equivoci”, afferma rispondendo a una domanda della giornalista Michela Tamburrino, che oggi, 21 settembre, lo ha intervistato su La Stampa.

L’intervista di Bruno Vespa a una donna vittima di violenza fa discutere sui social per “i toni beffardi” | VIDEO

Il giornalista sostiene di avere estrema sensibilità per la questione della violenza contro le donne: “Negli ultimi 18 anni di lavoro ho dedicato 66 trasmissioni alle donne. Ho dato ampio spazio alle madri di ragazze uccise, alle donne sfregiate o violentate che hanno voluto parlare della loro tragedia”, ha affermato.

L’intervista alla donna aveva fatto indignare i social, che avevano giudicato “paternalistico” e “beffardo” il tono delle domande del giornalista. Una frase ha particolarmente lasciato perplessi gli spettatori; commentando il tentato omicidio, Vespa si è rivolto alla donna dicendo: “Se avesse davvero voluta ucciderla, l’avrebbe uccisa”.

Lucia Panigalli oggi ha 62 anni e vive a Ferrara. Il 16 maggio del 2010 è stata aggredita dall’ex compagno Mauro Fabbri mentre stava facendo ritorno a casa, dopo una serata con gli amici. L’ex fidanzato le è piombato addosso e l’ha trascinata dentro casa, cercando di colpirla alla gola con un coltello.

Non riuscendo ad ucciderla ha iniziato a colpirla con calci molto forti su tutto il corpo. Lo scorso 29 luglio l’uomo è uscito dal carcere di Ferrara ed è tornato ad abitare a pochi chilometri da casa sua. Per questa ragione la donna vive sotto scorta. Vespa ha commentato anche l’attuale condizione della donna: “Lei è fortunata perché è sopravvissuta, molte donne vengono uccise. Ed è protetta, mentre molte altre donne non lo sono. Lei non corre rischi allora cosa teme?”.

Dopo l’intervista il giornalista è stato deferito al Consiglio di Disciplina del Lazio. La richiesta di procedimento disciplinare è partita dall’Ordine dei Giornalisti nazionale, ma anche dall’Odg del Lazio.

L’Ordine dei giornalisti contro Bruno Vespa: procedimento disciplinare per l’intervista a Lucia Panigalli
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Toti insiste e resiste
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Toti insiste e resiste
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Politica / Primo partito a Isernia, in calo in tutto il nord. Il ritratto di una Lega che ha cambiato volto
Politica / X Mas, motti fascisti, provocazioni: chi sono i deputati che hanno aggredito il 5S Donno
Politica / Gelo tra Meloni e Macron: baciamano e sorrisi forzati al G7
Politica / Rissa in diretta tv tra Donno e Iezzi: “Vergognati, fascista a squadrista!” | VIDEO
Politica / Al G7 si litiga sul diritto all’aborto: “L’Italia non lo vuole nel comunicato finale”
Opinioni / La lezione che possiamo trarre dal voto delle europee
Politica / Cosa sappiamo dell'aggressione alla Camera al deputato Donno (M5S)