Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Tensione Draghi-Conte, il premier: “Ho parlato con il leader M5s, il governo non rischia”

Immagine di copertina

“Sono sconcertato dalle parole di Draghi, è grave che un premier tecnico si intrometta”: così Giuseppe Conte commenta la notizia, riferita dal sociologo Domenico De Masi, secondo cui il premier italiano avrebbe chiesto a Beppe Grillo di rimuovere l’attuale capo politico del M5S perché “inadeguato”. Arriva poi la replica di Draghi che rende noto di aver parlato con lo stesso ex premier: “Abbiamo cominciato a chiarirci. Il governo non rischia”. E sempre da Palazzo Chigi si puntualizza: “Draghi non ha mai chiesto a Grillo di rimuovere Conte”.

A conferma della gravità della situazione, mercoledì sera arriva anche la decisione di Draghi di lasciare in anticipo il vertice Nato di Madrid per rientrare a Roma e partecipare giovedì, è la versione ufficiale, al Consiglio dei ministri che si occuperà, tra l’altro, della questione bollette. Ma le preoccupazioni del presidente del Consiglio potrebbero riguardare proprio le tensioni con la maggioranza. E non solo quelle con i pentastellati ma anche con la Lega irritata per lo ius scholae e la cannabis.

Dopo una lunga giornata caratterizzata da precisazioni e smentite, Conte è poi salito al Quirinale dove ha avuto un lungo colloquio con il presidente Sergio Mattarella. Nel corso dell’incontro, durato un’ora, Conte avrebbe parlato della gravità della situazione ma non di uscite dal governo da parte dei 5 stelle.

Ti potrebbe interessare
Politica / Socialdemocratici ridimensionati a favore dei cattolici: nelle liste Pd gli ex Ds sono ormai in via di estinzione
Politica / Da Marta Fascina ad Annalisa Chirico, passando per Umberto Bossi: centrodestra al lavoro sulle liste elettorali
Politica / Cottarelli: “Il presidenzialismo non mi piace, accentuerebbe la personalizzazione della politica”
Ti potrebbe interessare
Politica / Socialdemocratici ridimensionati a favore dei cattolici: nelle liste Pd gli ex Ds sono ormai in via di estinzione
Politica / Da Marta Fascina ad Annalisa Chirico, passando per Umberto Bossi: centrodestra al lavoro sulle liste elettorali
Politica / Cottarelli: “Il presidenzialismo non mi piace, accentuerebbe la personalizzazione della politica”
Politica / Berlusconi: “Le sentenze di primo e secondo grado non saranno appellabili. Basta processi all’infinito”
Politica / Crisanti: “Salvini? Se avessimo dato retta a lui i morti per Covid sarebbero stati 300mila”
Politica / Conte: "Letta, Di Maio e Draghi volevano farmi fuori, i veri progressisti siamo noi"
Politica / Giorgia Meloni contro il Reddito di cittadinanza: "È un fallimento totale"
Politica / La gag di Berlusconi: "Il 25 settembre vota il Partito Comunista"
Politica / Quando Meloni diceva: "Mussolini è stato un buon politico"
Politica / La grana Gasbarra per Enrico Letta: il Pd ora rischia pure nel Lazio