Me
HomePolitica

Chi è Sergio Costa, il ministro dell’Ambiente del governo Pd-M5S

Per guidare il Ministero dell'Ambiente del governo Pd-Movimento 5 Stelle è stato confermato Sergio Costa

Di Anna Ditta
Pubblicato il 4 Set. 2019 alle 16:25 Aggiornato il 5 Set. 2019 alle 09:47
Immagine di copertina
Sergio Costa, ministro dell'Ambiente

Chi è Sergio Costa, il ministro dell’Ambiente del governo Pd-M5S

Sergio Costa rimarrà alla guida del Ministero dell’Ambiente anche nel governo Pd-M5s. Generale dei carabinieri, era già stato scelto per il governo Lega-M5s guidato sempre dal premier Giuseppe Conte. Il suo nome era stato indicato dal capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio. Farà parte anche del Conte-bis a trazione Pd-M5s, nel segno della continuità.

Sergio Costa, la scheda

Sergio Costa ha 59 anni ed è un generale di brigata dell’Arma dei carabinieri e comandante della Regione Campania dei Carabinieri forestali.

Ha guidato l’inchiesta sulla Terra dei fuochi in Campania e proprio per questa battaglia simbolo è stato chiamato a guidare il dicastero dell’Ambiente.

Il generale Costa è laureato in Scienze Agrarie, ha conseguito un master in diritto dell’Ambiente ed è specializzato in investigazioni ambientali.

Nella sua carriera si è impegnato nel contrasto alle ecomafie e al clan dei Casalesi e, come ha ricordato Di Maio in un post di qualche tempo fa su Facebook, “ha scoperto la più grande discarica di rifiuti pericolosi di Europa seppellita nel territorio di Caserta mettendo a nudo gli opachi rapporti delinquenziali nell’ambito dei rifiuti tossici”.

La carriera nell’Arma dei Carabinieri

È entrato nel 1987 nel Corpo Forestale dello Stato, poi dal 2005 al 2008 è stato Comandante della Polizia Provinciale di Napoli.

Rientrato al Corpo Forestale dello Stato, ha ricoperto i ruoli di: Comandante regionale reggente della Basilicata (dal 2009 al 2010); vice comandante regionale della Basilicata (dal 2010 al 2011);Comandante provinciale di Napoli (dal 2012 al 2014), Comandante regionale della Campania del Corpo forestale dello Stato (dal 2014 al 2016), con la qualifica di Dirigente superiore.

Docente del Corpo Forestale dello Stato e dell’Arma dei Carabinieri, è stato referente investigazioni “Ecomafia” presso la Direzione Nazionale Antimafia e, inoltre, è stato Aiutante del Capo del Corpo Forestale dello Stato ed Ufficiale Generale presso gli Uffici di diretta collaborazione del Ministro della Difesa.

Dall’1 gennaio 2017, con il trasferimento del personale dal Corpo forestale all’Arma dei Carabinieri, assume il grado di Generale di brigata dei Carabinieri Forestali.

Qui tutti gli aggiornamenti su tutte le ultime news che riguardano il nuovo governo Pd-M5s