Covid ultime 24h
casi +16.232
deceduti +360
tamponi +364.804
terapie intensive -55

Scuola: il ministro Bianchi revoca l’incarico a Pasquale Vespa, accusato di essere lo stalker di Azzolina

Di Antonio Scali
Pubblicato il 27 Mar. 2021 alle 17:00 Aggiornato il 27 Mar. 2021 alle 17:06
3.7k
Immagine di copertina
Credit: Ansa

Revocato dal proprio incarico. Pasquale Vespa, masaniello dei docenti precari del Sud, è rimasto in carica per meno di 48 ore. Non sarà più lui il segretario di Rossano Sasso, sottosegretario (della Lega) all’Istruzione, che pure lo ha difeso fino all’ultimo. Il neoministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, preso in contropiede dalla nomina di colui che è accusato di essere lo stalker di Lucia Azzolina, ma, ancor più, di un sindacalista di strada che dell’attacco personale e violento aveva fatto uno strumento di successo social, ha chiesto a Sasso di valutare l’opportunità dell’incarico. Vespa si è autosospeso e quindi il ministro ha dato mandato all’amministrazione di procedere alla revoca.

“Apprendo che il sottosegretario Rossano Sasso ha un nuovo collaboratore al Ministero dell’Istruzione. Si chiama Pasquale Vespa: è un docente imputato in un procedimento penale per diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce gravi. Pasquale Vespa ha trascorso gli ultimi due anni della sua vita ad insultarmi pubblicamente, fomentare aggressioni verbali e allusioni sessuali. Minacciarmi di morte. Un cyberbullo, a tutti gli effetti”. Aveva scritto su Facebook l’ex ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che ha querelato la persona oggetto del post per diffamazione e minacce reiterate: sarebbe lui l’uomo che ha più volte minacciato e insultato l’onorevole. Il 9 aprile a Napoli inizia il processo.

Leggi anche: Un patto tra politica e giovani per ridare un futuro al Paese. Sul voto ai 16enni vediamo se si fa sul serio (di Lucia Azzolina)

3.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.