Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Crisi di governo, Nicola Morra a Salvini: “Il rosario in Calabria è un messaggio in codice alla ‘ndrangheta”

Immagine di copertina

Il senatore M5S è intervenuto in Senato sul tema dei simboli religiosi usati da Salvini per scopri politici

Morra rimprovera Salvini di usare il rosario: messaggio mafioso

Oggi Giuseppe Conte ha incontrato i senatori della diciottesima legislatura per annunciare la volontà di presentare le dimissioni dalla carica di premier in seguito alla crisi di governo aperta dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.

In un lungo discorso pronunciato in Senato, Conte ha duramente attaccato l’operato del viceministro e leader del Carroccio e il comportamento populista adottato durante i 14 mesi di governo giallo verde.

Tra i vari passaggi, il premier dimissionario ha anche attaccato Matteo Salvini sull’utilizzo spropositato di simboli per fini politici.

“Questa verità non te l’ho mai riferita: chi ha compiti di responsabilità dovrebbe evitare di accostare agli slogan politici i simboli religiosi”, ha detto Conte rivolgendosi a Salvini.

Sull’uso che Salvini fa dei simboli religiosi si è pronunciato anche il senatore calabrese Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia, che si è soffermato in particolare sul rosario mostrato dal leader leghista a Isola Capo Rizzuto a Crotone e a Soverato: “Ostentare il rosario e votarsi alla Madonna in terra di Calabria, dove c’è il santuario della Madonna di Polsi al quale la ‘ndrangheta è legata, significa inviare messaggi in codice che uomini di Stato, soprattutto ministri dell’Interno devono ben guardarsi dal mandare”.

Poi Morra ha aggiunto: “Sicuramente è stato per ignoranza, quindi: Padre perdonalo perché non sapeva quello che faceva”.

Discorso di Conte in Senato, Salvini bacia il crocifisso dopo il rimprovero del premier | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Politica / Primo partito a Isernia, in calo in tutto il nord. Il ritratto di una Lega che ha cambiato volto
Ti potrebbe interessare
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Politica / Primo partito a Isernia, in calo in tutto il nord. Il ritratto di una Lega che ha cambiato volto
Politica / X Mas, motti fascisti, provocazioni: chi sono i deputati che hanno aggredito il 5S Donno
Politica / Gelo tra Meloni e Macron: baciamano e sorrisi forzati al G7
Politica / Rissa in diretta tv tra Donno e Iezzi: “Vergognati, fascista a squadrista!” | VIDEO
Politica / Al G7 si litiga sul diritto all’aborto: “L’Italia non lo vuole nel comunicato finale”
Opinioni / La lezione che possiamo trarre dal voto delle europee
Politica / Cosa sappiamo dell'aggressione alla Camera al deputato Donno (M5S)
Politica / Premierato, il Senato approva l’elezione diretta del presidente del Consiglio