Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Prof contro Liliana Segre: “Cerca notorietà”. Il preside: “Non si presenti a scuola”

Immagine di copertina
Liliana Segre (Credits: ANSA / MATTEO BAZZI)

I colleghi della docente chiedono provvedimenti disciplinari: "Indignati dalle parole espresse dall'insegnante"

Prof contro Liliana Segre: “Cerca notorietà”. Il preside: “Non si presenti a scuola”

La professoressa di Firenze che nei giorni scorsi avrebbe detto in classe che la senatrice Liliana Segre, sopravvissuta alla Shoah, starebbe cercandosi pubblicità, da oggi non dovrà presentarsi in classe. Il preside della scuola ha comunicato che oggi si recherà all’ufficio legale dell’ufficio scolastico regionale (ex provveditorato) per istruire una pratica di “sospensione urgente” dal ruolo della medesima docente.

“Ora posso informalmente invitare la collega a non presentarsi a scuola e le ho inviato una e-mail in merito”, ha spiegato il preside della scuola media Mazzanti di Firenze, Arnolfo Gengaroli. “Ma domani sarò all’ufficio legale del provveditorato per avviare l’istruttoria per la sua sospensione urgente”.

Provvedimenti disciplinari nei confronti della docente sono stati auspicati e sollecitati al preside da parte di 78 docenti dell’Istituto Comprensivo Coverciano, di cui fa parte la media Mazzanti. I professori “esprimono la loro totale ed estremamente indignata distanza dalle parole espresse dall’insegnante”, ricordando che avrebbe definito la senatrice Liliana Segre “persona troppo mediatica” ed “esprimono tutto il loro affetto e solidarietà alla Senatrice”.

I docenti che hanno a sottoscritto la lettera inoltre “si ritengono offesi e non ammettono alcuna giustificazione di quanto detto dalla collega” e quindi, appunto, hanno sollecitato “la Dirigenza scolastica perché vengano prese tutte le misure possibili per sanzionare questo tipo di intervento” in classe.

“La sospensione richiede un iter lungo e articolato e oltre una certa fase non compete più al dirigente scolastico dell’istituto ma agli organismi superiori, ma intanto le ho chiesto di non presentarsi a scuola a partire da domani lunedì”, ha spiegato ancora il preside, che sta preparando una relazione sulla vicenda da consegnare all’Ufficio scolastico regionale.

Nella relazione il dirigente scolastico colleziona fatti, testimonianze e circostanze relative all’episodio in cui, in classe, la professoressa di inglese si sarebbe espressa con asprezza su Liliana Segre. La professoressa è di ruolo e insegna da nove anni nella scuola di Firenze.

Leggi anche:
Prof agli studenti: “Liliana Segre non la sopporto. Vi prende in giro. Cerca pubblicità”

Il memorabile discorso di Liliana Segre al parlamento Ue: deputati in lacrime | VIDEO

“Io che ho vissuto Auschwitz sulla mia pelle, vi avverto: attenti a questa campagna d’odio”, TPI intervista Liliana Segre

Restare “pazzamente attaccati alla vita” ascoltando il discorso di Liliana Segre

Ti potrebbe interessare
Politica / Palermo, trovato morto il marito dell’eurodeputata Donato: “L’hanno ucciso”
Politica / “Benvenuti a TeleMeloni”: la premier provoca. E attacca Schlein: “La sinistra limita la libertà”
Politica / Il ministro Piantedosi telefona a Massimo Giannini: “Le chiedo scusa a nome della Polizia”
Ti potrebbe interessare
Politica / Palermo, trovato morto il marito dell’eurodeputata Donato: “L’hanno ucciso”
Politica / “Benvenuti a TeleMeloni”: la premier provoca. E attacca Schlein: “La sinistra limita la libertà”
Politica / Il ministro Piantedosi telefona a Massimo Giannini: “Le chiedo scusa a nome della Polizia”
Politica / Massimo Giannini: “Io, svegliato alle 4 notte per una querela per diffamazione. Dietro c’è una regia politica”
Politica / Perché la mancanza di una legge elettorale uguale in tutta l'Ue è un problema
Opinioni / Comunque vadano le elezioni, una cosa è certa: oggi l’Europa politicamente non esiste
Politica / Le partite della politica italiana nella partita delle elezioni europee
Politica / Generazione euro: così i giovani possono fare la differenza alle europee
Politica / Non solo Vannacci e Salis: ecco i candidati da tenere d'occhio
Politica / Tutti i partiti e le liste in corsa in Italia