Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Bonaccini: “Bene la leadership di Conte per i 5s. Stop all’autoisolamento, la destra non si batte da soli”

Immagine di copertina

Bonaccini: “Bene la leadership di Conte per il M5S”

“Io sono convinto che la leadership di Conte al Movimento 5 Stelle possa solo fare bene, in questo momento, perché gode di stima diffusa e popolarità vera, e mi auguro che possa essere un carburante ecologico per un Movimento che, avute responsabilità di governo, in questi anni ha dovuto fare i conti con la protesta che poi deve diventare anche proposta e responsabilità di scelte”.

Lo ha dichiarato il presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ospite di Omnibus su La7 all’indomani dell’incontro in cui Enrico Letta e Giuseppe Conte hanno avviato il cantiere di un’alleanza in vista degli appuntamenti elettorali. Ma su cui lo stesso Bonaccini aveva espresso perplessità.

Oggi il governatore, considerato fino a un mese fa il possibile sostituto di Zingaretti, appoggiato dalla corrente Base Riformista, dichiara: “Io penso che il Pd debba avere una sua identità, un suo profilo e non debba essere subalterno ad altri. Però un Pd, perno e indispensabile per nuovo centrosinistra che vuole battere la destra alle politiche, deve pensare che da solo non ce la può fare. Il tempo dell’autoisolamento mi auguro sia terminato per sempre”.

Questa la linea tracciata per il Pd da Stefano Bonaccini, più disponibile, quindi, a un’alleanza con il M5S in chiave elettorale. “Se noi dobbiamo avere alleati è bene che quei potenziali alleati siano il più in forma possibile. Se i voti ce li togliamo a vicenda la destra non si batte”.

Leggi anche: 1. Letta incontra Conte: i nodi sul tavolo dell’alleanza Pd-M5S, da Roma alla legge elettorale 2. “C’aveva ragione Nicola”: nel Pd di Letta si fanno già i conti con le mosse delle correnti 
Ti potrebbe interessare
Politica / L’annuncio di Meloni: “Chico Forti sarà trasferito in Italia”
Politica / Vannacci: “In tv troppi gay, cerco di orientare le mie figlie verso l’eterosessualità”
Politica / Scuola, percorsi differenziati per gli alunni stranieri: il piano di Valditara scatena le polemiche
Ti potrebbe interessare
Politica / L’annuncio di Meloni: “Chico Forti sarà trasferito in Italia”
Politica / Vannacci: “In tv troppi gay, cerco di orientare le mie figlie verso l’eterosessualità”
Politica / Scuola, percorsi differenziati per gli alunni stranieri: il piano di Valditara scatena le polemiche
Politica / Veronica Lario: “Miliardaria? Il Tribunale mi ha tolto tutto. Io passata da velina ingrata”
Politica / Scontri a Pisa, Piantedosi: “Le cariche fatte per garantire l’incolumità degli agenti. Corteo violava la legge”
Politica / Schlein: “Meloni si può battere, ora vogliamo l’Abruzzo”
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale
Politica / L’Antifrode Ue ora indaga sulle cooperative della moglie e della suocera di Soumahoro
Politica / Due lauree, quattro lingue, il padre malato, il passato da manager: chi è Alessandra Todde, prima donna alla guida della Sardegna
Politica / Piantedosi: “Condivido richiamo Mattarella, anche sugli insulti. Scontri casi isolati”