Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

M5s, il senatore Paragone annuncia le sue dimissioni

Immagine di copertina
Gianluigi Paragone. Credit: ANTIMIANI/ANSA

Paragone M5s dimissioni – Il senatore pentastellato Gianluigi Paragone ha deciso di rassegnare le sue dimissioni a Luigi Di Maio, che definisce il suo “leader di riferimento”.

M5s, Paragone attacca Di Maio: “Non può ricoprire 3-4 incarichi”

“Per questo consegnerò a lui le mie dimissioni da parlamentare e deciderà lui cosa fare. Dimissioni dal Parlamento perché per me non c’è alternativa al Movimento 5 stelle”.

La notizia è stata data dal senatore stesso durante la trasmissione Agorà su Rai 3, spiegando che rimarrà “se resta un rapporto di fiducia. Ma io resto un rompiscatole”.

M5s, Di Maio sotto attacco: scontro interno dopo le europee

Da alcuni giorni va avanti uno scontro interno al Movimento 5 Stelle sulla scia dei risultati deludenti delle elezioni europee.

Uno degli esponenti pentastellati ad essersi schierato contro la leadership di Di Maio è stato proprio Paragone, che accusa il capo politico del Movimento di ricoprire troppi incarichi.

Chi difende Di Maio e chi chiede un passo indietro

“La generosità di Luigi Di Maio di mettere insieme 3-4 incarichi, per me, in qualche modo, deve essere rivista”, aveva affermato Paragone al fattoquotidiano.it. “È fuor di dubbio che c’è bisogno di una discontinuità. Il M5s per ripartire ha bisogno di una leadership politica non dico h24 ma non siamo lontani”.

In un’intervista al Corriere il pentastellato ha anche evidenziato che il “Movimento è al suo minimo storico e come vicepremier (Luigi Di Maio, ndr) ha perso la sfida”. “Abbiamo bisogno di una leadership forte: deve andare per sottrazione”.

Parlando della tenuta del Governo e dell’alleanza con la Lega, Paragone non risparmia le critiche: “Non è un’eresia staccare la spina al governo. Se si va avanti, accettiamo quello che hanno detto gli elettori”, ma non per fare la stampella della Lega.

Ti potrebbe interessare
Politica / Terzo mandato, bocciata la proposta leghista per i governatori. Si spacca la maggioranza
Politica / Cellulari in classe, Valditara: “Sconsigliato l’uso dalla scuola d’infanzia alla scuola media”
Politica / Rapporti Putin-Lega, pronta una mozione di sfiducia contro Salvini
Ti potrebbe interessare
Politica / Terzo mandato, bocciata la proposta leghista per i governatori. Si spacca la maggioranza
Politica / Cellulari in classe, Valditara: “Sconsigliato l’uso dalla scuola d’infanzia alla scuola media”
Politica / Rapporti Putin-Lega, pronta una mozione di sfiducia contro Salvini
Politica / Ponte sullo Stretto, aperta un’inchiesta sul progetto del ministro Salvini
Politica / Morte Navalny, Tajani: “Per Salvini serve chiarezza? Per me è indubbio che è stato fatto morire”
Politica / Sindaco nega cittadinanza a marocchina che vive in Italia da 21 anni: “Non sapeva rispondere a ‘Come ti chiami'”
Politica / Salvini: “Navalny? Capisco sua moglie, ma la verità la fanno medici e giudici”
Politica / Piantedosi: “Identificazione di chi deponeva fiori per Navalny? Non è un dato che comprime la libertà personale”
Politica / Sparo a Capodanno, Pozzolo accusato dal caposcorta di Delmastro: “La pistola è stata sempre in mano sua”
Opinioni / Perché non dobbiamo sottovalutare la rivolta dei trattori