Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:48
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

M5s, il senatore Paragone annuncia le sue dimissioni

Immagine di copertina
Gianluigi Paragone. Credit: ANTIMIANI/ANSA

Paragone M5s dimissioni – Il senatore pentastellato Gianluigi Paragone ha deciso di rassegnare le sue dimissioni a Luigi Di Maio, che definisce il suo “leader di riferimento”.

M5s, Paragone attacca Di Maio: “Non può ricoprire 3-4 incarichi”

“Per questo consegnerò a lui le mie dimissioni da parlamentare e deciderà lui cosa fare. Dimissioni dal Parlamento perché per me non c’è alternativa al Movimento 5 stelle”.

La notizia è stata data dal senatore stesso durante la trasmissione Agorà su Rai 3, spiegando che rimarrà “se resta un rapporto di fiducia. Ma io resto un rompiscatole”.

M5s, Di Maio sotto attacco: scontro interno dopo le europee

Da alcuni giorni va avanti uno scontro interno al Movimento 5 Stelle sulla scia dei risultati deludenti delle elezioni europee.

Uno degli esponenti pentastellati ad essersi schierato contro la leadership di Di Maio è stato proprio Paragone, che accusa il capo politico del Movimento di ricoprire troppi incarichi.

Chi difende Di Maio e chi chiede un passo indietro

“La generosità di Luigi Di Maio di mettere insieme 3-4 incarichi, per me, in qualche modo, deve essere rivista”, aveva affermato Paragone al fattoquotidiano.it. “È fuor di dubbio che c’è bisogno di una discontinuità. Il M5s per ripartire ha bisogno di una leadership politica non dico h24 ma non siamo lontani”.

In un’intervista al Corriere il pentastellato ha anche evidenziato che il “Movimento è al suo minimo storico e come vicepremier (Luigi Di Maio, ndr) ha perso la sfida”. “Abbiamo bisogno di una leadership forte: deve andare per sottrazione”.

Parlando della tenuta del Governo e dell’alleanza con la Lega, Paragone non risparmia le critiche: “Non è un’eresia staccare la spina al governo. Se si va avanti, accettiamo quello che hanno detto gli elettori”, ma non per fare la stampella della Lega.

Ti potrebbe interessare
Politica / Green Pass, Letta: “Salvini su questi temi è irrilevante nel Governo, nemmeno la Lega lo segue”
Politica / Don Matteo della Mancia: Salvini ha scambiato i social per la realtà e si è perso per strada la Lega
Politica / Il candidato di centrodestra Bernardo agli alleati: "Datemi i soldi della campagna elettorale o mi ritiro"
Ti potrebbe interessare
Politica / Green Pass, Letta: “Salvini su questi temi è irrilevante nel Governo, nemmeno la Lega lo segue”
Politica / Don Matteo della Mancia: Salvini ha scambiato i social per la realtà e si è perso per strada la Lega
Politica / Il candidato di centrodestra Bernardo agli alleati: "Datemi i soldi della campagna elettorale o mi ritiro"
Politica / Vittorio Feltri: “Il centrodestra è una coalizione del ca**o. A Milano vincerà Sala”
Politica / Caos Lega: ora Salvini sta scontentando tutti. L’ala “no green pass” è sul piede di guerra
Politica / La lista della Lega esclusa dalle comunali a Napoli: il Consiglio di Stato conferma la decisione
Politica / "Bertolaso vice di Calenda? Forza Italia vuole lasciare Michetti e guarda al candidato di Azione" (di M. Antonellis)
Politica / Conte a TPI: “Abolire il reddito di cittadinanza? Devono passare sul mio cadavere”
Politica / Il marito di Casellati inseguito dal Fisco per 145mila euro di Ici non pagata: la storia sul settimanale di TPI
Politica / Il governo pensa a uno stanziamento di 3 miliardi per limitare l’aumento delle bollette