Coronavirus:
positivi 15.060
deceduti 34.818
guariti 191.083

Il senatore ex M5s Paragone lavora al partito per l’uscita dall’Ue: “Ho contatti con Farage”

Di Anna Ditta
Pubblicato il 29 Giu. 2020 alle 10:05
894
Immagine di copertina
Il senatore Gianluigi Paragone

Il senatore ex M5s Paragone lavora al partito “Italexit”: “Ho contatti con Farage”

“Entro luglio il senatore Paragone vuole fondare un suo partito per portare l’Italia fuori dall’Unione europea e dall’euro”. Lo ha dichiarato lo stesso parlamentare ex M5S Gianluigi Paragone, parlando in terza persona, in un’intervista a Libero Quotidiano. Il partito potrebbe chiamarsi Italexit, “anche se per ora è una suggestione”, precisa Paragone, che dice di essere “in contatto con Farage, molto interessato all’idea”.

Già in questa recente intervista a TPI, Paragone aveva annunciato l’intenzione di fondare un suo partito. Ora l’ex M5S sottolinea. “Io non credo nella Ue e non credo affatto che la Bce sia il suo braccio armato, almeno fino a quando non sarò in grado di stampare moneta e di monetizzare il debito”, dice Paragone. Il senatore, come alternativa, si dice favorevole a uscire “direttamente dall’Europa, m’informo degli strumenti che ho a disposizione e stampo moneta”, tanto più che “non c’è manco più problema d’inflazione, magari ci fosse”. Sul partito, Paragone dichiara che farlo “non è come organizzare una partita di calcetto, dove ti scegli i giocatori” mentre a proposito del rapporto con Di Battista dichiara: “Non siamo Albano e Romina”.

Leggi anche: 1. Paragone: “Non illudetevi, Grillo e Di Battista hanno visioni diverse per M5S. Io ora mi faccio un partito” /2. Il M5S è un fantasma che cammina sulle sue gambe

894
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.