Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Letta e Salvini firmano una tregua per blindare il Governo Draghi. Ma resta il nodo della legge Zan

Immagine di copertina
Credits: Ansa

Una tregua tra rivali per blindare il Governo Draghi. Sembra essere questo l’esito del confronto avvenuto ieri tra il segretario del Pd Enrico Letta e il leader della Lega Matteo Salvini. Un colloquio durato circa un’ora e un quarto, e che ha sancito un patto di non belligeranza che dovrebbe ruotare attorno alla ripartenza economica del Paese.

Letta e Salvini sembrano infatti concordi sull’idea di un decreto per le imprese, che lo stesso segretario del Pd ha illustrato anche al premier Draghi. E proprio da Letta, come riporta il Corriere della Sera, sono arrivate parole al miele: “Cercheremo sempre il terreno della responsabilità nazionale. Fermi restando che siamo su fronti contrapposti, oggi è il momento della tregua, occorre individuare le priorità e sostenerle con forza”.

Salvini invece ha commentato così l’incontro: “Abbiamo parlato dei temi su cui c’è accordo: salute, decreto impresa, lavoro. Se mettiamo gli elementi divisivi sul tavolo non facciamo un bene al Paese”. Temi divisivi che sono, in primo luogo, la legge Zan, ma anche la legge elettorale, con Letta che spinge per il maggioritario.

Resta poi il nodo delle riaperture. Finora Pd e Lega su questo fronte sono sempre stati in contrapposizione, coi dem vicini alla linea rigorista di Speranza e Salvini a guidare il fronte “riaperturista”. Ora, però, con la campagna di vaccinazione che dovrebbe procedere più spedita e una situazione epidemiologica in miglioramento, una sintesi sembra possibile.

Leggi anche: 1. Esclusivo TPI: Calabria, le intercettazioni del sindaco di FdI che imbarazzano Meloni / 2. Qui Radio Colle: il Quirinale avrebbe fatto volentieri a meno delle polemiche tra Draghi ed Erdogan / 3. Retroscena TPI – Conte “cerca casa” per i Cinque Stelle

Ti potrebbe interessare
Musica / Dj Ringo: “Fedez diventerà un politico. Ma dietro la sua svolta c’è Chiara Ferragni”
Politica / Salvini teme il sorpasso della Meloni nei sondaggi: ecco perché ha ripreso a martellare su Draghi
Politica / Insultano Mattarella sul web: perquisizioni per 11 indagati
Ti potrebbe interessare
Musica / Dj Ringo: “Fedez diventerà un politico. Ma dietro la sua svolta c’è Chiara Ferragni”
Politica / Salvini teme il sorpasso della Meloni nei sondaggi: ecco perché ha ripreso a martellare su Draghi
Politica / Insultano Mattarella sul web: perquisizioni per 11 indagati
Politica / Report, la testimone dell'incontro Renzi-007: "Ho sentito Mancini dirgli 'sono a disposizione'"
Cronaca / Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati”
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Politica / Fonti Pd a TPI: “Se Gualtieri perde a Roma, via Letta. Chiederemo un nuovo segretario”
Politica / Caso Renzi-007, Report rincara la dose: stasera parla la fonte che ha girato il video
Politica / Renzi: "Voglio intervenire a Report". E Ranucci lo invita: "Presto nostro ospite"
Politica / #VotoSanoDaLontano, la campagna perché si predispongano modalità di voto a distanza a beneficio dei fuorisede