Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Letta e Salvini firmano una tregua per blindare il Governo Draghi. Ma resta il nodo della legge Zan

Immagine di copertina
Credits: Ansa

Una tregua tra rivali per blindare il Governo Draghi. Sembra essere questo l’esito del confronto avvenuto ieri tra il segretario del Pd Enrico Letta e il leader della Lega Matteo Salvini. Un colloquio durato circa un’ora e un quarto, e che ha sancito un patto di non belligeranza che dovrebbe ruotare attorno alla ripartenza economica del Paese.

Letta e Salvini sembrano infatti concordi sull’idea di un decreto per le imprese, che lo stesso segretario del Pd ha illustrato anche al premier Draghi. E proprio da Letta, come riporta il Corriere della Sera, sono arrivate parole al miele: “Cercheremo sempre il terreno della responsabilità nazionale. Fermi restando che siamo su fronti contrapposti, oggi è il momento della tregua, occorre individuare le priorità e sostenerle con forza”.

Salvini invece ha commentato così l’incontro: “Abbiamo parlato dei temi su cui c’è accordo: salute, decreto impresa, lavoro. Se mettiamo gli elementi divisivi sul tavolo non facciamo un bene al Paese”. Temi divisivi che sono, in primo luogo, la legge Zan, ma anche la legge elettorale, con Letta che spinge per il maggioritario.

Resta poi il nodo delle riaperture. Finora Pd e Lega su questo fronte sono sempre stati in contrapposizione, coi dem vicini alla linea rigorista di Speranza e Salvini a guidare il fronte “riaperturista”. Ora, però, con la campagna di vaccinazione che dovrebbe procedere più spedita e una situazione epidemiologica in miglioramento, una sintesi sembra possibile.

Leggi anche: 1. Esclusivo TPI: Calabria, le intercettazioni del sindaco di FdI che imbarazzano Meloni / 2. Qui Radio Colle: il Quirinale avrebbe fatto volentieri a meno delle polemiche tra Draghi ed Erdogan / 3. Retroscena TPI – Conte “cerca casa” per i Cinque Stelle

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale
Politica / L’Antifrode Ue ora indaga sulle cooperative della moglie e della suocera di Soumahoro
Politica / Due lauree, quattro lingue, il padre malato, il passato da manager: chi è Alessandra Todde, prima donna alla guida della Sardegna
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale
Politica / L’Antifrode Ue ora indaga sulle cooperative della moglie e della suocera di Soumahoro
Politica / Due lauree, quattro lingue, il padre malato, il passato da manager: chi è Alessandra Todde, prima donna alla guida della Sardegna
Politica / Piantedosi: “Condivido richiamo Mattarella, anche sugli insulti. Scontri casi isolati”
Politica / Malumore in Forza Italia per le continue assenze di Marta Fascina
Politica / Sardegna, vince il centrosinistra. La neo-presidente Todde: "Alleanza M5S-Pd unica via". Meloni: "Impareremo dalla sconfitta". Salvini: "Il Governo è saldo"
Politica / Europee, Salvini continua a "corteggiare" Roberto Vannacci
Politica / Elezioni regionali in Sardegna, affluenza in aumento: 44,1% alle 19
Politica / Il richiamo del Colle contro i manganelli ai cortei pro-Palestina, la destra non ci sta: “È colpa della Sinistra e dei provocatori”
Politica / Mattarella sulle cariche ai cortei pro-Palestina: "Con i ragazzi i manganelli esprimono un fallimento"