Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Grillo paragona Renzi a Salvini: “I Mattei sono passati entrambi alla min*****a d’impulso”

Immagine di copertina

"I Mattei sono passati entrambi alla minchiata d’impulso", scrive il fondatore del M5S

Grillo paragona Renzi a Salvini: “I Mattei sono passati entrambi alla min*****a d’impulso”

Beppe Grillo paragona Matteo Renzi a Salvini e sul suo blog commenta così l’uscita dell’ex premier dal Pd: “Di solito, prima di fare qualcosa di importante si è presi dai dubbi, si valutano i pro ed i contro, si possono vivere anche giorni di tormento interiore, poi ci si esaspera e si fa una minchiata d’impulso! I Mattei sono passati entrambi alla minchiata d’impulso, il paese è instabile e pieno di rancori, non è il momento di dare seguito a dei narcisismi”, afferma.

Secondo il fondatore del M5S, la mossa di Renzi potrebbe rischiare di indebolire ulteriormente il Partito democratico e il neo governo giallo-rosso, consegnando così il Paese nelle mani di Salvini: “Renzi così minaccia il paese di far cessare lo scontro fra i due veri ercoli del gradimento (Conte e Salvini ndr) con il grave rischio, per il nostro Paese, di svegliarci tutti con Pontida capitale”.

La causa secondo Beppe Grillo sarebbe “metaforicamente” un’ “indigestione di popcorn”: Renzi, infatti, proprio come uno spettatore al cinema che si distrae mangiando pop-corn, avrebbe fatto un’abbuffata eccessiva di “attendismo”, restando per troppo tempo a guardare la politica da lontano come se fosse uno schermo del cinema.

Dopo essere rimasto a lungo “spettatore”, Renzi si sarebbe stancato. La sua decisione di tornare in scena sarebbe secondo Grillo dettata solo da un’esigenza di protagonismo. Renzi sarebbe infatti geloso delle eccessive attenzioni mediatiche  e politiche ricevute da Matteo Salvini e dal neo-premier Giuseppe Conte: “In questo momento c’è una sola onda, con sopra soltanto due surfisti: Conte e Salvini. Il gradimento e l’attenzione degli italiani si sono quasi completamente biforcati su di loro, la ragione è molto semplice e non esiste un dito abbastanza grande dietro cui nascondersi”.

L’appuntamento alla Leopolda a Firenze in cui Matteo Renzi rivelerà il simbolo del suo nuovo partito “Viva l’Italia” sarebbe solo un modo di tornare sotto i riflettori: “Così annuncia improvvisamente di fare una “Renzata” (che ha un sinonimo molto più diffuso ed amato in Italia, non lo voglio ripetere… per non dare soddisfazione ai due mattei). Renzi è un animale politico di livello, si accorge di come vanno le cose velocemente: se aspetta la Leopolda non gli resterà altro da fare che spogliarsi davanti a tutti e mostrare tatuaggi BCE and FMI forever! Insomma, sa che ogni minuto di assenza dalle scene, in queste settimane, corrisponde ad un oblio di mesi e si sente improvvisamente tornare su i popcorn! E’ addirittura in piena indigestione da popcorn: ha capito che l’abbuffata di guardonismo politico lo potrebbe annientare dalle scene!”.

Renzi replica a Grillo: “Io avvoltoio? Un onore essere insultato da lui”
Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, Salvini continua a “corteggiare” Roberto Vannacci: “Sia il portabandiera della Lega”
Politica / Elezioni regionali in Sardegna, affluenza in aumento: 18,4% alle 12
Politica / Il richiamo del Colle contro i manganelli ai cortei pro-Palestina, la destra non ci sta: “È colpa della Sinistra e dei provocatori”
Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, Salvini continua a “corteggiare” Roberto Vannacci: “Sia il portabandiera della Lega”
Politica / Elezioni regionali in Sardegna, affluenza in aumento: 18,4% alle 12
Politica / Il richiamo del Colle contro i manganelli ai cortei pro-Palestina, la destra non ci sta: “È colpa della Sinistra e dei provocatori”
Politica / Mattarella sulle cariche ai cortei pro-Palestina: "Con i ragazzi i manganelli esprimono un fallimento"
Politica / “Navalny era un nazifascista, no alla cittadinanza onoraria”: la protesta a Reggio Emilia
Politica / Lascia il consiglio comunale per allattare, candidata del Pd attaccata dalla Lega: “Come potrà fare il sindaco?”
Politica / Terzo mandato, bocciata la proposta leghista per i governatori. Si spacca la maggioranza
Politica / Cellulari in classe, Valditara: “Sconsigliato l’uso dalla scuola d’infanzia alla scuola media”
Politica / Rapporti Putin-Lega, pronta una mozione di sfiducia contro Salvini
Politica / Ponte sullo Stretto, aperta un’inchiesta sul progetto del ministro Salvini