Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Chi è Magid, rifugiato somalo sindaco di Sheffield eletto all’Europarlamento

Immagine di copertina

Europee sindaco rifugiato somalo – Le elezioni europee hanno riservato diverse sorprese in tutta Europa: una di queste è l’elezione all’Europarlamento dell’inglese Magid Magid con i Verdi (Qui tutte le informazioni sulle europee)

Rifugiato somalo di 29 anni, era già noto all’opinione pubblica locale per essere diventato il più giovane sindaco di Sheffield, nel Regno Unito.

Chi sono gli italiani eletti Parlamento europeo

Adesso rappresenterà il suo paese nel Parlamento europeo, tra le fila dei Verdi che hanno raggiunto un risultato decisamente positivo in queste ultime elezioni.

“L’onda verde ha spazzato l’Europa e per la prima volta è arrivata pure sulle spiagge dello Yorkshire”: questo il messaggio scritto da Magid su Twitter nella notte delle elezioni europee nel Regno Unito.

La mappa sulle elezioni europee: chi ha vinto in ciascun paese, com’è il nuovo parlamento

“Il nostro è solo l’inizio”, ha poi aggiunto, auspicando un aumento della presenza dei Verdi in Ue. “A Bruxelles non sarà un sogno di mezza estate, cambieremo la storia”.

Magid Magid, come detto, è il sindaco più giovane d’Inghilterra, paese in cui l’Eurodeputato dei Verdi è arrivato quando aveva solo quattro anni da Libano.

Il giovane politico si era guadagnato le pagine (anche se non le prime) di diversi quotidiani internazionali “vietando” l’ingresso nella sua città, Sheffield, al presidente americano Donald Trump.

Il primo cittadino inglese aveva attaccato l’inquilino della Casa Bianca per le sue politiche in tema di immigrazione definendolo “un rifiuto umano”.

In quell’occasione aveva anche indossato un sombrero come gesto di solidarietà con il Messico e i migranti respinti alla frontiera americana dalle politiche fortemente restrittive imposte dall’Amministrazione Trump per gestire i flussi migratori provenienti dal Sud.

L’elezione a sindaco – Magid Magid è stato eletto sindaco il 16 maggio 2018. Il neoeletto primo cittadino ha fin da subito cercato un contatto diretto con i suoi cittadini e nel corso della cerimonia di insediamento ha cercato di “svecchiare” la procedura facendo suonare la Marcia Imperiale di Star Wars.

Nel suo primo discorso da sindaco, Magid ha condannato il clima di razzismo e la xenofobia che si sta diffondendo sempre più nel paese a seguito della Brexit.

Ti potrebbe interessare
Politica / "Nelle carceri italiane ho visto l'inferno"
Politica / Attacco dell’Iran a Israele, colloquio tra Giorgia Meloni ed Elly Schlein: l’Italia si unisce nel condannare Teheran
Politica / La maggioranza cambia la par condicio, i giornalisti Rai: “Servizio pubblico megafono del governo”
Ti potrebbe interessare
Politica / "Nelle carceri italiane ho visto l'inferno"
Politica / Attacco dell’Iran a Israele, colloquio tra Giorgia Meloni ed Elly Schlein: l’Italia si unisce nel condannare Teheran
Politica / La maggioranza cambia la par condicio, i giornalisti Rai: “Servizio pubblico megafono del governo”
Politica / Palamara a TPI: “Conosco il Sistema, mi candido alle europee per combatterlo”
Politica / La proposta di legge di Soumahoro sulla fine del Ramadan: "Sia giorno festivo"
Politica / Addio alla trasparenza: il regalo di Giorgia Meloni ai mercanti di armi
Politica / Mafia, massoneria e voto di scambio: arrestato a Palermo l’ex consigliere comunale Mimmo Russo (Fdi)
Politica / Il capitano Ultimo scopre il volto dopo 31 anni. Il video
Politica / Meloni: “L’Aquila un modello, risposta dello Stato da subito”
Politica / Stadio Roma, emessa la sentenza di primo grado: nove condanne e dieci assoluzioni