Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Europee 2019, in Polonia in testa gli ultraconservatori di Diritto e Giustizia

Immagine di copertina

EUROPEE 2019 POLONIA – Come in Francia, anche in Polonia alle Elezioni Europee 2019 si allarga il consenso dell’area più a destra dello schieramento politico. Stando ai primi exit poll il partito ultraconservatore Diritto e Giustizia (PiS/Ecr) di Jaroslaw Kaczynski, primo ministro tra il 2006 e il 2007, è in testa nel voto per con il 42,4 per cento. Lo segue a stretto giro la Coalizione europea, la lista unica formata dai principali partiti di opposizione, tra cui la Piattaforma civica di Donald Tusk, attuale Presidente del Consiglio europeo e primo ministro polacco dal 2007 al 2014 .

Elezioni Europee 2019 | Polonia | Ultraconservatori di Diritto e Giustizia in testa

Le prime stime sulla base degli exit poll sono state pubblicate dal Parlamento europeo. Kukiz 15, gli alleati del M5S, vengono indicati al 4,1 per cento dei voti. Un dato che non consetirebbe loro di superare la soglia di sbarramento per l’elezione di eurodeputati, che in Polonia è fissata al 5 per cento.

Anche in Polonia è stato registrato un forte aumento dell’affluenza alle urne. Alle ore 16 rispetto al 2014 il numero degli aventi diritto che si sono recati ai seggi era cresciuta 7,08 per cento.

Ti potrebbe interessare
Politica / Ponte sullo stretto, Salvini: “Pericolo per gli uccelli? Non sono scemi, lo eviteranno”
Politica / Calenda vede Meloni: “Premier preparata, Fi la aiuti invece di sabotarla”. Gli azzurri: “Lui irrilevante”
Politica / Proroga al 2023 delle armi all’Ucraina, la maggioranza ritira emendamento: si procederà per decreto
Ti potrebbe interessare
Politica / Ponte sullo stretto, Salvini: “Pericolo per gli uccelli? Non sono scemi, lo eviteranno”
Politica / Calenda vede Meloni: “Premier preparata, Fi la aiuti invece di sabotarla”. Gli azzurri: “Lui irrilevante”
Politica / Proroga al 2023 delle armi all’Ucraina, la maggioranza ritira emendamento: si procederà per decreto
Politica / Ischia, dietrofront di Pichetto: “Non ce l’avevo con i sindaci. La mia dichiarazione di ieri è stata un po’ forte”
Politica / Camera, i deputati si regalano il maxi bonus di Natale: 5.500 euro per comprare tablet, telefoni e pc
Politica / Manovra 2023, Meloni: “Pronta a fare scelte anche se costano voti”
Politica / Ischia, scoppia il caso per le parole del ministro Pichetto Fratin: “In galera il sindaco e chi lascia costruire”
Politica / Ischia, polemiche sul decreto del 2018. Conte: “Sbloccammo una situazione ingestibile“. Renzi: “Fu un condono”
Politica / De Petris a TPI: “Il Pd non può più essere il primo partito del centrosinistra”
Cronaca / Il Black Friday di Giorgia: la premier fa shopping in una boutique del centro e si ferma a fare i selfie