Europee 2019, in Polonia in testa gli ultraconservatori di Diritto e Giustizia

Di Donato De Sena
Pubblicato il 26 Mag. 2019 alle 21:58 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:59
0
Immagine di copertina

EUROPEE 2019 POLONIA – Come in Francia, anche in Polonia alle Elezioni Europee 2019 si allarga il consenso dell’area più a destra dello schieramento politico. Stando ai primi exit poll il partito ultraconservatore Diritto e Giustizia (PiS/Ecr) di Jaroslaw Kaczynski, primo ministro tra il 2006 e il 2007, è in testa nel voto per con il 42,4 per cento. Lo segue a stretto giro la Coalizione europea, la lista unica formata dai principali partiti di opposizione, tra cui la Piattaforma civica di Donald Tusk, attuale Presidente del Consiglio europeo e primo ministro polacco dal 2007 al 2014 .

Elezioni Europee 2019 | Polonia | Ultraconservatori di Diritto e Giustizia in testa

Le prime stime sulla base degli exit poll sono state pubblicate dal Parlamento europeo. Kukiz 15, gli alleati del M5S, vengono indicati al 4,1 per cento dei voti. Un dato che non consetirebbe loro di superare la soglia di sbarramento per l’elezione di eurodeputati, che in Polonia è fissata al 5 per cento.

Anche in Polonia è stato registrato un forte aumento dell’affluenza alle urne. Alle ore 16 rispetto al 2014 il numero degli aventi diritto che si sono recati ai seggi era cresciuta 7,08 per cento.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.