Covid ultime 24h
casi +17.246
deceduti +522
tamponi +160.585
terapie intensive -22

Il Movimento 5 stelle espelle due consiglieri comunali: avevano contestato Salvini

Di Maria Teresa Camarda
Pubblicato il 24 Lug. 2019 alle 16:49 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 19:51
0
Immagine di copertina

Doppia espulsione nel Movimento 5 Stelle, via due oppositori del governo gialloverde

Doppia espulsione nel Movimento 5 Stelle di Palermo, via due oppositori del governo gialloverde. Il collegio dei probiviri ha approvato l’espulsione di Ugo Forello, ex candidato sindaco di Palermo, e di Giulia Argiroffi, consigliera comunale nel capoluogo siciliano.

Più volte, nei mesi scorsi, e in particolare da quando il Movimento 5 Stelle ha iniziato a governare a Roma con la Lega, Forello si è trovato su posizioni distanti da quelle del suo partito a Roma. Sono piuttosto recenti, per esempio, le polemiche seguite alle sue prese di posizione critiche verso la linea del Movimento nazionale.

Per Forello, troppo spesso, il Movimento 5 stelle, rappresentato dal suo capo politico Luigi Di Maio, si è trovato ad appoggiare le decisioni assunte dal vicepremier Matteo Salvini. Soprattutto su temi come quello dell’immigrazione.

“Quello che mi si contesta è un reato di opinione. Nel M5s evidentemente non si può esprimere il dissenso”, ha commentato Forello.

“Evidentemente – ha detto l’ex volto del M5s a Palermo – il Movimento 5 stelle non è più un movimento democratico perché non ha apprezzato che si potesse contestare il ministro dell’Interno, che tanto e male sta facendo a mio parere, soprattutto con riferimento al clima sociale che si respira in questo Paese”.

Le motivazioni dei probiviri

Nel provvedimento disciplinare i probiviri, Raffaella Andreola, Jacopo Berti e Fabiana Dadone, contestano a Forello di “aver tenuto comportamenti e fatto dichiarazioni contrarie agli obblighi assunti, dichiarandosi pubblicamente indipendente dai lavori del resto del gruppo consiliare di appartenenza”.

E più in generale anche verso altri esponenti nazionali del Movimento 5 Stelle, determinando, “in tal modo, il rischio di conflitti e frizioni in danno dell’immagine, dell’azione politica e del programma del Movimento”.

Quello di Forello con il Movimento, per sua stessa ammissione, era un matrimonio ormai in crisi.

La consigliera comunale di Palermo Giulia Argiroffi è stata espulsa dal Movimento 5 Stelle, perché, secondo i probiviri, “non collabora col gruppo”.

Argiroffi ha affidato il suo sfogo a Facebook. “Si tratta con ogni evidenza di motivazioni pretestuose. Questo provvedimento nulla ha a che vedere con il Movimento 5 Stelle, quello che io ho scelto, quello che ho rappresentato, quello che parte dal basso, che punta alle competenze e dà voce ai più deboli”, ha scritto.

“Questo provvedimento vuole solo strangolare ogni forma di dibattito interno”, ha concluso.

Forello e Argiroffi, lasciato il gruppo consiliare di Palermo del M5s, passeranno intanto al Gruppo Misto.

In loro difesa è intervenuta su Facebook la senatrice del Movimento 5 Stelle Paola Nugnes: “Ho conosciuto Ugo e Giulia, due ottime persone, il M5s di Di Maio continua le epurazione per ‘reato di opinione'”.

> Qui tutte le notizie di Politica su TPI

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.