Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Conte: “Le scelte del Pd hanno aiutato il centrodestra. M5S terza forza del Paese, saremo intransigenti”

Immagine di copertina

M5S, Conte: “Le scelte del Pd hanno aiutato il centrodestra”

“Le scelte del Pd hanno aiutato il centrodestra”: lo dichiara il leader del M5S Giuseppe Conte nel commentare i risultati delle elezioni politiche, che vedono il suo partito sopra il 15%, terzo partito dietro Fdi e Pd.

E proprio ai dem l’ex premier non risparmia una stoccata: “Le scelte compiute da questo gruppo dirigente del Pd hanno compromesso un’azione politica che poteva essere competitiva con questo centrodestra che si è presentato unito. Il centrodestra ha vinto, il gruppo dirigente del Pd se ne assuma le responsabilità. Di fatto i cittadini stanno dimostrando, soprattutto al sud, che il voto per contrastare il centrodestra è il voto per il M5S”.

Sul risultato del Movimento 5 Stelle, Conte dichiara: “Tutti ci davate in singola cifra, questo risultato ribalta le previsioni iniziali e dimostra che i cittadini vogliono il M5S in Parlamento. Siamo la terza forza politica del Paese”.

“I cittadini hanno scelto Fdi, è giusto che il centrodestra governi. Noi saremo all’opposizione con coraggio e determinazione” ha aggiunto l’ex presidente del Consiglio.

“Noi saremo l’avamposto per la realizzazione di un’agenda progressista, un progetto di Paese che mira all’inclusione sociale e una transizione ecologica vera e non finta. Da questo punto di vista vedremo se il Pd ci verrà dietro sulle battaglie da fare all’opposizione, ma senza nessun cartello o coalizione” dichiara ancora Giuseppe Conte.

“Il centrodestra sarà maggioranza in Parlamento ma non lo è nel Paese, ed è un corto circuito provocato da questa legge elettorale che non condividiamo. Per questo nel nuovo Parlamento – avverte – daremo battaglia contro questa legge per dare maggior rappresentanza ai cittadini”.

Conte, poi, conclude con una battuta su Luigi Di Maio, l’ex leader M5S protagonista della scissione del partito, rimasto fuori dal Parlamento: “Preferisco ricordare le battaglie fatte insieme”.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Toti insiste e resiste
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Toti insiste e resiste
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Politica / Primo partito a Isernia, in calo in tutto il nord. Il ritratto di una Lega che ha cambiato volto
Politica / X Mas, motti fascisti, provocazioni: chi sono i deputati che hanno aggredito il 5S Donno
Politica / Gelo tra Meloni e Macron: baciamano e sorrisi forzati al G7
Politica / Rissa in diretta tv tra Donno e Iezzi: “Vergognati, fascista a squadrista!” | VIDEO
Politica / Al G7 si litiga sul diritto all’aborto: “L’Italia non lo vuole nel comunicato finale”
Opinioni / La lezione che possiamo trarre dal voto delle europee
Politica / Cosa sappiamo dell'aggressione alla Camera al deputato Donno (M5S)