Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:55
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Elezioni, Meloni: “Il reddito di cittadinanza va cancellato”. Letta: “Per le destre la povertà è una colpa“

Immagine di copertina

Elezioni, Meloni: “Il reddito di cittadinanza va cancellato”. Letta: “Per le destre la povertà è una colpa“

“Il reddito di cittadinanza va cancellato perché non ha funzionato”. Lo ha ribadito Giorgia Meloni, rispondendo a una delle 12 domande poste da La Nazione, Il Resto del Carlino e Il Giorno a lei e a Enrico Letta. Secondo la presidente di Fratelli d’Italia, la misura simbolo del Movimento 5 stelle non è stata efficace “né sul lato del contrasto alla povertà né su quello delle politiche attive”. Meloni ha invece detto di voler aumentare gli aiuti alle singole categorie: “vogliamo mantenere e rafforzare le misure di sostegno per categorie fragili, over 60 privi di reddito, pensionati, invalidi e famiglie in difficoltà con minori a carico, mentre per le persone tra 18 e 60 anni abili al lavoro e senza minori a carico prevediamo di rafforzare i percorsi formativi finanziati dal fondo sociale europeo”.

Secondo Enrico Letta invece, il reddito di cittadinanza è da “correggere, modificare e potenziare dove necessario”. “Negli ultimi anni, il reddito di cittadinanza ha evitato che circa un milione di cittadini scivolasse sotto la soglia della povertà assoluta e fornito sostegno a 76mila persone con disabilità che vivono da sole”, ha detto il segretario del Partito democratico, giudicando però “Innegabile” che “alcuni aspetti del reddito vadano rivisti”. Nello specifico, Letta fa riferimento alle “distorsioni che penalizzano le famiglie più numerose” e  al “collegamento con il mercato del lavoro”, prima di attaccare il centrodestra e lo stesso ex segretario Matteo Renzi. “Per noi la povertà è un dramma e una sconfitta per la società a cui rimediare; per le destre, e con loro un Renzi particolarmente accanito nella sua caccia al povero, è una colpa”.

Ti potrebbe interessare
Politica / 3 ottobre 2013: a nove anni dal naufragio di Lampedusa l’accoglienza è ancora un’emergenza
Politica / Renzi sul Pd: “Con Schlein segretaria mezzo partito viene da noi”
Politica / “Caro Pd, o cambi o ti estinguerai”: viaggio nei circoli dem di Roma dopo la debacle elettorale
Ti potrebbe interessare
Politica / 3 ottobre 2013: a nove anni dal naufragio di Lampedusa l’accoglienza è ancora un’emergenza
Politica / Renzi sul Pd: “Con Schlein segretaria mezzo partito viene da noi”
Politica / “Caro Pd, o cambi o ti estinguerai”: viaggio nei circoli dem di Roma dopo la debacle elettorale
Politica / Gas, Meloni: “La priorità è fermare la speculazione”. La Farnesina convoca l’ambasciatore russo
Politica / La madre di Giorgia Meloni contro Rula Jebreal: “Si vergogni di attaccare mia figlia usando la storia del padre”
Politica / Beppe Grillo condannato per diffamazione contro un’ex parlamentare del Pd
Politica / Meloni, prima uscita pubblica dopo il voto: “L’Italia deve tornare a difendere i suoi interessi”
Politica / Ecco l’Italia di Giorgia: viaggio tra i sostenitori di Meloni
Politica / Governo, Berlusconi: "Massima comunità d’intenti nel centrodestra". Lega, lo strappo di Bossi
Politica / Bertinotti a TPI: “Il Pd deve sciogliersi. La sinistra riparta dalle ceneri. O non sarà”