Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:47
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Qui Radio Colle: Draghi sui sottosegretari dovrà decidere da solo. Niente “aiutini” da Mattarella

Immagine di copertina

La nomina dei sottosegretari e dei viceministri passa direttamente dalla mani del Presidente del consiglio e non dal Quirinale. “Stavolta Mario dovrà fare da solo” spiegano dal Colle. Ma non si tratta solo di formalismi, di adempiere alla lettera del dettato costituzionale. C’è di più: “È un cambio di passo anche politico” fanno notare le medesime fonti.

Insomma, il Capo dello Stato tutto quello che doveva fare lo ha fatto ed ora Mario Draghi deve essere in grado di marciare con le proprie gambe, far vedere di che pasta è fatto, “metterci la faccia” senza sperare nell’aiutino del Quirinale che pure è stato prodigo di consigli in tutti questi giorni.

Ora che il governo è pienamente operativo il Presidente del Consiglio deve essere in grado di fare da sé, a cominciare dalle interlocuzioni con i partiti che, visto come si stanno mettendo le cose, sembra l’aspetto più difficile da gestire. Per questo al Colle dicono che “la scelta di viceministri e sottosegretari sarà il primo vero banco di prova politico del neo premier”.

E si spera tanto che a causa delle prossime nomine non vada ad incrinarsi quel clima di “unità nazionale” tra i partiti che in primis il Quirinale con tanta fatica aveva contribuito a costruire. La speranza o per meglio dire l’auspicio è che Mario Draghi riesca a mantenere intatto quel clima di concordia, evitando che i già troppi distinguo dei partiti mettano a repentaglio tutto il lavoro sin qui svolto.

Leggi anche: 1. Il Pd cambia linea: difendere Draghi? Scordatevelo. Faremo presente ogni cosa che non ci piace / 2. Forza Italia: la creatura di Silvio Berlusconi dilaniata tra sovranisti e antisovranisti  / 3. Sorpresa, Draghi starebbe pensando di tenere per sé la delega ai servizi e 4 sottosegretari (i partiti nel panico)

Ti potrebbe interessare
Politica / Ddl Zan, il piano di Renzi e Salvini per farlo approvare subito (ma alle loro condizioni)
Politica / La riforma della giustizia passa alla Camera: sì alla fiducia, anche M5s a favore
Politica / Salvini difende Jacobs dai sospetti dei media stranieri: “Squallidi, non sapete perdere”
Ti potrebbe interessare
Politica / Ddl Zan, il piano di Renzi e Salvini per farlo approvare subito (ma alle loro condizioni)
Politica / La riforma della giustizia passa alla Camera: sì alla fiducia, anche M5s a favore
Politica / Salvini difende Jacobs dai sospetti dei media stranieri: “Squallidi, non sapete perdere”
Politica / Stragi, Draghi toglie il segreto su Gladio e sulla P2
Politica / Il Senato chiude e va in vacanza: Ddl Zan e riforma della giustizia possono attendere
Economia / Nessuno ne parla ma anche Draghi ebbe un ruolo decisivo nel crack Mps
Politica / Lettera a TPI: “La Logica cinica e perversa della riforma Cartabia”
Politica / L'ultimatum di Salvini a Draghi: "Il governo fermi gli sbarchi oppure sostenerlo sarà un problema"
Opinioni / Statuto M5s, Conte al bivio: "Se non ottiene un plebiscito la sua leadership va già in crisi" (di M. Antonellis)
Politica / Berlusconi incorona Salvini come leader del centrodestra