Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:37
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Quirinale, non solo Draghi. Anche nel Pd c’è chi punta al dopo-Mattarella

Immagine di copertina

I giochi per il Quirinale sembrano fatti. Draghi subentrerà a Mattarella. O fra un anno, a scadenza naturale (col rischio, però, di elezioni anticipate durante la pandemia), o fra due anni, al termine dell’attuale legislatura, se si riuscisse – previa rielezione – a convincere in extremis l’attuale Capo dello Stato a “resistere” altri 12 mesi alla Presidenza della Repubblica.

Ma spesso, nel conclave, chi entra Cardinale da super favorito poi non esce Papa. Ed è per questo che sono in molti, nel Pd, quelli che ancora sperano di salire al Colle. Tanto più ora che l’arrivo di Enrico Letta ha “rimescolato” le carte.

D’altronde, nel 2015, nessuno pensava che Mattarella avrebbe fatto il Capo dello Stato. E invece… Così sono molti nel centrosinistra, e soprattutto nel Pd, pronti a provarci. Il solito Franceschini, poi Guerini (che spera nello sponsor Usa), Prodi e Veltroni (che contano sul ritorno ulivista di Enrico Letta), Luigi Zanda, David Sassoli (che punta sul rapporto con il Movimento 5 Stelle e che per questo ancora rifiuta di candidarsi al Campidoglio), Roberta Pinotti (sarebbe una donna autorevole targata Pd). E lo stesso Enrico Letta. Questi i candidati del Pd ai nastri di partenza. Se qualcuno di questi taglierà il traguardo vincente, lo vedremo presto, forse già tra meno di un anno.

Leggi anche: Roma, una donna per sfidare la Raggi: nel Pd spunta l’ipotesi Madia

Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, nel simbolo Pd non c'è il nome di Elly Schlein e in quello del M5S compare l'hashtag #pace
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, nel simbolo Pd non c'è il nome di Elly Schlein e in quello del M5S compare l'hashtag #pace
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Politica / Compagni nella vita, avversari in politica: il curioso caso di Marco Zanleone e Paola Pescarolo
Politica / Meloni attacca Scurati, la replica dello scrittore: "Chi esprime un pensiero deve pagare un prezzo?"
Politica / Elezioni europee, ecco tutti i simboli depositati per le elezioni
Politica / Elezioni Europee: oggi e domani il deposito dei contrassegni al Viminale
Politica / Lilli Gruber contro Giorgia Meloni: "Ha un problema con la grammatica"
Politica / “Il ritorno della geo-economia e l’Europa”: a Roma la prima iniziativa del Capitolo Italiano dei Friends of ERA
Politica / Porta a Porta, solo uomini da Bruno Vespa per parlare d’aborto. La presidente Rai Soldi richiama il conduttore