Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:36
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Conte: “Inizio a pensare che qualcuno voglia il M5S fuori dal governo”

Immagine di copertina

“Inizio ad avere dubbi che ci sia qualcuno che voglia spingere il Movimento fuori dal governo“: lo ha detto il presidente M5S Giuseppe Conte durante la presentazione della scuola politica del Movimento, aperta a chiunque e di cui ha dichiarato di essere il “primo alunno”. Ma sugli equilibri interni al governo chiarisce: “Comincio a pensare che qualcuno voglia spingerci fuori dall’esecutivo. Se questa fosse l’intenzione ce lo dicano chiaramente. Chiedo rispetto per 11 milioni di cittadini che hanno votato il Movimento”.

Sull’invio di armi in Ucraina, Conte sostiene che lo scenario internazionale “sempre più complesso e insidioso” imponga nuove scelte e sostiene che quelle già compiute debbano “essere riviste”. Sulla richiesta del M5S di sentire il premier Mario Draghi in Parlamento, dice: “Mi pare abbiano aderito anche altre forze politiche ed è stata accolta anche nel dibattito pubblico”. L’ex premier ha poi definito il decreto Ucraina, che i grillini non hanno votato a causa della presenza di una norma sull’inceneritore di Roma nel provvedimento, “una norma che non può assolutamente coniugarsi alla fiducia”. “Non può neppure lontanamente calare il concetto di fiducia”, ha affermato.

Nel corso della presentazione della scuola di politica, aperta a tutti e non solo ai membri interni al Movimento, Conte ha anche assicurato che i senatori grillini si dimetteranno dalla commissione Esteri di Palazzo Madama presieduta da Vito Petrocelli, noto per le sue posizioni apertamente filorusse, come già fatto oggi dai senatori di Pd, Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Iv con l’obiettivo che l’ex senatore grillino sia rimosso dall’incarico.

Ti potrebbe interessare
Politica / Esclusivo TPI: Verdi e Sinistra Italiana pronti a fondersi in un nuovo partito
Politica / Sicilia, sempre più concreta l’ipotesi primarie Pd-M5S-Sinistra: sarebbe la prima volta
Politica / Stipendio raddoppiato all’amico di Brunetta
Ti potrebbe interessare
Politica / Esclusivo TPI: Verdi e Sinistra Italiana pronti a fondersi in un nuovo partito
Politica / Sicilia, sempre più concreta l’ipotesi primarie Pd-M5S-Sinistra: sarebbe la prima volta
Politica / Stipendio raddoppiato all’amico di Brunetta
Politica / Draghi: “Oltre 1.200 le morti sul lavoro nel 2021, c’è ancora molto da fare”
Politica / Mattarella revoca “per indegnità” la nomina di Cavaliere al premier russo Mishustin
Politica / Processo Ruby Ter, Berlusconi: “Accanimento giudiziario e politico, vogliono fermarmi”
Politica / Ciriaco De Mita: le cause della morte dell’ex premier e segretario della Dc
Politica / È morto Ciriaco De Mita: l’ex premier e segretario della Dc aveva 94 anni
Politica / Processo Ruby ter: il pm di Milano chiede di condannare a 6 anni Silvio Berlusconi
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”