Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Conte: “Inizio a pensare che qualcuno voglia il M5S fuori dal governo”

Immagine di copertina

“Inizio ad avere dubbi che ci sia qualcuno che voglia spingere il Movimento fuori dal governo“: lo ha detto il presidente M5S Giuseppe Conte durante la presentazione della scuola politica del Movimento, aperta a chiunque e di cui ha dichiarato di essere il “primo alunno”. Ma sugli equilibri interni al governo chiarisce: “Comincio a pensare che qualcuno voglia spingerci fuori dall’esecutivo. Se questa fosse l’intenzione ce lo dicano chiaramente. Chiedo rispetto per 11 milioni di cittadini che hanno votato il Movimento”.

Sull’invio di armi in Ucraina, Conte sostiene che lo scenario internazionale “sempre più complesso e insidioso” imponga nuove scelte e sostiene che quelle già compiute debbano “essere riviste”. Sulla richiesta del M5S di sentire il premier Mario Draghi in Parlamento, dice: “Mi pare abbiano aderito anche altre forze politiche ed è stata accolta anche nel dibattito pubblico”. L’ex premier ha poi definito il decreto Ucraina, che i grillini non hanno votato a causa della presenza di una norma sull’inceneritore di Roma nel provvedimento, “una norma che non può assolutamente coniugarsi alla fiducia”. “Non può neppure lontanamente calare il concetto di fiducia”, ha affermato.

Nel corso della presentazione della scuola di politica, aperta a tutti e non solo ai membri interni al Movimento, Conte ha anche assicurato che i senatori grillini si dimetteranno dalla commissione Esteri di Palazzo Madama presieduta da Vito Petrocelli, noto per le sue posizioni apertamente filorusse, come già fatto oggi dai senatori di Pd, Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Iv con l’obiettivo che l’ex senatore grillino sia rimosso dall’incarico.

Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Politica / Compagni nella vita, avversari in politica: il curioso caso di Marco Zanleone e Paola Pescarolo
Ti potrebbe interessare
Politica / Europee, Conte: "Candidatura di Schlein? Condivido le parole di Prodi, è una ferita per la democrazia"
Politica / Elezioni Europee, Conte deposita il simbolo del M5S: alle sue spalle spunta Calderoli | VIDEO
Politica / Compagni nella vita, avversari in politica: il curioso caso di Marco Zanleone e Paola Pescarolo
Politica / Meloni attacca Scurati, la replica dello scrittore: "Chi esprime un pensiero deve pagare un prezzo?"
Politica / Europee, in corso il deposito dei contrassegni al Viminale: la diretta
Politica / Elezioni Europee: oggi e domani il deposito dei contrassegni al Viminale
Politica / Lilli Gruber contro Giorgia Meloni: "Ha un problema con la grammatica"
Politica / “Il ritorno della geo-economia e l’Europa”: a Roma la prima iniziativa del Capitolo Italiano dei Friends of ERA
Politica / Porta a Porta, solo uomini da Bruno Vespa per parlare d’aborto. La presidente Rai Soldi richiama il conduttore
Politica / D’Antuono (Volt) a TPI: “Elezioni europee? Serve una riforma elettorale. Ecco cosa vogliamo fare”