Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

Cinema America, Conte e Salvini condannano l’aggressione: “Episodio gravissimo”

Di Donato De Sena
Pubblicato il 17 Giu. 2019 alle 10:14 Aggiornato il 17 Giu. 2019 alle 11:46
0
Immagine di copertina

Cinema America | Aggressione | Roma | Conte | Salvini | Raggi

CINEMA AMERICA – Il mondo delle istituzioni e della politica condanna senza se e senza ma l’aggressione a Roma ai danni di quattro ragazzi, colpiti perché indossavano una maglietta del Cinema America. Parlano di episodio grave oggi sia il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il caso è stato ovviamente commentato anche dalla sindaca della Capitale Virginia Raggi.

Cinema America | Ragazzi aggrediti | Le parole di Conte, Salvini e Raggi

“Pochi anni or sono – ha spiegato in una nota il capo del governo – un gruppo di ragazzi si è organizzato ed è intervenuto a salvare dalla demolizione il Cinema America di Trastevere. Da quell’esperienza è nata l’associazione oggi denominata ‘Piccolo America‘, che ha curato varie rassegne estive, gratuite. Ieri alcuni giovani presenti all’arena romana di piazza San Cosimato sono stati aggrediti perché non hanno ceduto a un gesto di sottomissione: non si sono tolti la maglia bordeaux col logo dell’Associazione, sinonimo per gli aggressori di fede “antifascista”.

> “Mi hanno chiesto se fossi antifascista, poi mi hanno tirato una testata sul naso”: parla il ragazzo aggredito a Roma

“Aspettiamo – ha continuato il premier Conte – le necessarie verifiche, ma se i fatti fossero confermati sarebbe un episodio gravissimo, aggravato dalla intolleranza ideologica”.

“Noi – sono state le parole di Salvini da Washington – combattiamo contro ogni genere di violenza, che siano comunisti o fascisti. Del resto io faccio il ministro che reprime la violenza. Ho letto che qualcuno anche su questo episodio ha provato a dare la colpa a Salvini”.

“Piena solidarietà ai ragazzi del Cinema America aggrediti ieri sera. Un atto vile e barbaro, che bisogna condannare fermamente”, ha scritto la sindaca Raggi su Twitter. “Il pensiero e la libertà di espressione nulla hanno a che vedere con la violenza. Roma è una città aperta e inclusiva”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.