Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

Ciampolillo e il ritardo al Senato: “Ero al telefono col mio amico Gaetano. È lui che mi ha detto di votare sì”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 25 Gen. 2021 alle 17:47 Aggiornato il 25 Gen. 2021 alle 18:08
467
Immagine di copertina
Lello Ciampolillo. Credits: ANSA/GIORGIO ONORATI

Ciampolillo: “Il motivo del mio ritardo? Parlavo al telefono con un amico”

Il motivo per cui il senatore Lello Ciampolillo è arrivato al fotofinish a dare sostegno col suo voto al governo? “Una lunghissima telefonata con un caro amico“. A rivelarlo, ospite di Un Giorno da Pecora, è lo stesso senatore Ciampolillo, che ai microfoni della trasmissione di Rai Radio1 ha spiegato: “Ero in aula ma al telefono con un amico molto stretto, non un politico, per me è stata una scelta sofferta”. Di cosa parlava col suo amico? “Del voto”. Come si chiama questo suo amico? “Il mio amico si chiama Gaetano”. “E in questa sofferta telefonata, cosa le ha suggerito di fare Gaetano?”, chiedono i conduttori Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. “Di votare si”, risponde Ciampolillo. “Diciamo che lui guarda con interesse al M5S”, aggiunge. “Ho avuto tantissime manifestazioni di sostegno dopo il voto al Senato, mi hanno scritto da ogni parte d’Italia. E anzi ne approfitto per ringraziare tutti gli autori dei meme e dei video musicali su di me”, aggiunge il senatore. Ciampolillo ha anche proposto al premier Giuseppe Conte di diventare vegano. “E lui mi ha risposto: ‘ci penserò, mi interessa’”.

Leggi anche: 1. Il senatore Ciampolillo: “Il vaccino anti-Covid? Non è la soluzione. Meglio essere vegano” // 2. Dalla Xylella curata con il sapone alle teorie no-vax: chi è Lello Ciampolillo, il senatore che ha votato in extremis

467
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.