Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Casalino: “Non mi candido per proteggere Conte. Per la gente sono ancora l’ex Grande Fratello”

Immagine di copertina

In un’intervista al Corriere della Sera, Rocco Casalino ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a non autocandidarsi alle parlamentarie del M5S. “La mia presenza avrebbe scatenato polemiche. E l’ultima cosa che voglio fare è arrecare un danno al M5s o a Conte“, ha dichiarato il portavoce dell’ex premier, che, in caso di voto favorevole degli iscritti, avrebbe accettato una candidatura senza puntare a collegi blindati.

“Confesso che sono stato combattuto fino alla fine non ci ho dormito per 4 notti. Perché da un lato c’è la mia militanza decennale nel Movimento e la mia voglia di impegnarmi in questo nuovo percorso di Conte. E dall’altra la consapevolezza di quanto il mio nome continui ad essere ancora, dopo tanti anni, così divisivo”, ha dichiarato.

Casalino ha poi smentito le voci di un allontanamento dal leader del Movimento. “Nessuna distanza, anzi. Le dico solo che si è comportato come un fratello con me. Ci siamo sentiti fino all’ultimo e mi ha sempre detto di decidere liberamente. Ma io purtroppo ho sempre un senso di colpa che le mie azioni possano danneggiare l’immagine di Conte”. Senso di colpa legato all’immagine di ex concorrente del Grande Fratello che lo insegue anche dopo molti anni e che non riesce a levarsi di dosso.

“Anche nel 2013 fui costretto a fare un passo indietro. E a rinunciare alla mia candidatura al consiglio regionale in Lombardia. Lo feci anche quella volta per amore del Movimento. Ma le polemiche che ci furono. Perché un ex concorrente del Grande Fratello osava scendere in politica, mi ferirono molto. E mi feriscono ancora oggi, dopo 10 anni di militanza integerrima continuo ad essere vittima di uno stupido pregiudizio”, ha aggiunto.

“Credo che avrei avuto buone possibilità di arrivare in alto nel mio collegio, in Puglia. Ma ripeto, nonostante siano passati 22 anni dalla mia partecipazione al Grande Fratello il mio nome continua a essere ancora ghiotto per chi vuole infangare non tanto me, ma il Movimento con quello che è il “metodo Boffo”. Già immagino i titoloni che avrebbero fatto: “Ecco Casalino, dalla casa del GF al Parlamento“. Lo stratega della comunicazione grillina ha fatto sapere però di non aver rinunciato definitivamente a un possibile ingresso in Parlamento. “Lo dico con 5 anni di anticipo: al prossimo giro ci sarò! Mi auguro che dopo 15 anni di militanza e lealtà al mio partito e a distanza di 30 anni dal Gf, nessuno possa più recriminarmi nulla”.

Ti potrebbe interessare
Politica / De Luca: “Meloni stronza? Non avevo sentito”. Poi replica sarcastico | VIDEO
Politica / Elezioni europee, la Commissione antimafia segnala 7 candidati impresentabili
Politica / “Presidente De Luca, sono quella stronza della Meloni”: il video virale del faccia a faccia tra la premier e il governatore campano
Ti potrebbe interessare
Politica / De Luca: “Meloni stronza? Non avevo sentito”. Poi replica sarcastico | VIDEO
Politica / Elezioni europee, la Commissione antimafia segnala 7 candidati impresentabili
Politica / “Presidente De Luca, sono quella stronza della Meloni”: il video virale del faccia a faccia tra la premier e il governatore campano
Interviste / Gli educatori e i pedagogisti avranno il loro albo. Parla la presidente dell’associazione di categoria
Politica / Il ministro Salvini cambia le regole sugli autovelox: ecco le principali novità
Politica / Meloni sbeffeggia La7: “Salotti radical chic”. Formigli: “Insulta i telespettatori”. E Mentana le rinnova l’invito
Politica / Stop alla cannabis light, il Governo vuole equipararla a quella non light
Politica / Palermo, trovato morto il marito dell’eurodeputata Donato: “L’hanno ucciso”
Politica / “Benvenuti a TeleMeloni”: la premier provoca. E attacca Schlein: “La sinistra limita la libertà”
Politica / Il ministro Piantedosi telefona a Massimo Giannini: “Le chiedo scusa a nome della Polizia”