Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Chi sono Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli, i nuovi capigruppo del M5s alla Camera e al Senato

Immagine di copertina
Stefano Patuanelli e Francesco D'Uva

Giuli Grillo e Danilo Toninelli sono diventati ministri: al loro posto il M5s ha nominato due parlamentari finora poco noti al grande pubblico

Dopo la fiducia incassata dal governo M5s-Lega alla Camera e al Senato, la legislatura comincia a entrare nel vivo. La partita per le nomine dei viceministri e dei sottosegretari è ancora aperta, ma nel frattempo i partiti stanno definendo tutte le loro strategie politiche.

Il Movimento Cinque Stelle, come gli altri partiti, aveva già nominato nei mesi scorsi i capigruppo per la Camera e per il Senato. Tuttavia, la formazione del governo ha imposto dei cambiamenti.

Alla Camera era stata infatti nominata Giulia Grillo, che ha però giurato come ministro della Salute. Stessa sorte per Danilo Toninelli: designato come capogruppo al Senato, deve ora rinunciare all’incarico in quanto nuovo ministro delle Infrastrutture.

Il Movimento ha quindi dovuto operare dei cambiamenti. A prendere il posto di Grillo e Toninelli sono due personaggi poco conosciuti al grande pubblico, rimasti finora nell’ombra, ma che ora assumeranno un ruolo di primo piano: si tratta di Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli.

Francesco D’Uva, 31 anni, è al secondo mandato in parlamento: messinese, già nella scorsa legislatura era stato infatti eletto alla Camera, e aveva lavorato nella commissione cultura e in quella antimafia. Alle elezioni del 4 marzo ha ottenuto il seggio in parlamento candidandosi in Sicilia.

Suo nonno Nino D’Uva, un noto avvocato siciliano, venne ucciso dalla mafia nel 1986.

“Sono pronto a ricoprire questo ruolo con responsabilità, impegno e senso del dovere, così come ho fatto negli ultimi cinque anni. Adesso abbiamo tante sfide sul tavolo e siamo pronti a combatterle per tutti gli italiani”, ha detto D’Uva dopo la nomina come capogruppo.

A sostituire Danilo Toninelli al Senato ci sarà invece Stefano Patuanelli. Nato a Trieste nel 1974, Patuanelli è al suo primo mandato in parlamento. Ex consigliere comunale, fa parte del Movimento da diversi anni.

Nelle prime battute della legislatura era entrato a far parte della Commissione speciale per l’esame degli atti urgenti presentati dal Governo.

Inizialmente si pensava che il Movimento avrebbe indicato come capogruppo al Senato Vito Crimi. È però probabile che Crimi diventerà sottosegretario con delega ai servizi segreti. Da qui la scelta di optare per Patuanelli, indicato su proposta di Luigi Di Maio.

Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi contro tutti: non si fida di Letta e Salvini, e con Conte è gelo totale
Politica / Ddl Zan, Draghi: “Il nostro è uno Stato laico, rispettiamo il Concordato. Parlamento libero”
Politica / Don Biancalani a TPI: “Ddl Zan serve, il Concordato? Chiediamocelo”
Ti potrebbe interessare
Politica / Draghi contro tutti: non si fida di Letta e Salvini, e con Conte è gelo totale
Politica / Ddl Zan, Draghi: “Il nostro è uno Stato laico, rispettiamo il Concordato. Parlamento libero”
Politica / Don Biancalani a TPI: “Ddl Zan serve, il Concordato? Chiediamocelo”
Politica / Congedo di paternità, la proposta del Pd: “Portarlo da 10 giorni a 3 mesi”
Politica / Fico risponde al Vaticano sul ddl Zan: “Il Parlamento è sovrano e non accettiamo ingerenze”
Opinioni / Draghi irritato con Conte dopo le parole dell’ex premier sul Recovery: ormai tra i due è “guerra fredda”
Politica / Draghi in parlamento: "La fiducia sta tornando, ripresa sarà sostenuta"
Politica / Orfini al TPI Fest: “A Tor Bella Monaca Letta ha fatto una passerella”
Opinioni / Anziché intromettersi sul ddl Zan il Vaticano pensi ai reati sessuali dei preti
Politica / L'Ue approva il Recovery dell'Italia, Von der Leyen: "Piano ambizioso". Draghi: "Ora spendere bene e con onestà"