Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Carlo Calenda si traveste da Zorro per sbeffeggiare Salvini | FOTO

Di Marco Nepi
Pubblicato il 22 Mag. 2019 alle 18:45 Aggiornato il 22 Mag. 2019 alle 18:45
0
Immagine di copertina
CREDITS: Un Giorno da Pecora

L’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda si è travestito da Zorro durante la trasmissione Un Giorno da Pecora in onda su Rai Radio1.

L’esponente del PD ha indossato maschera e cappello del celebre personaggio immaginario per prendere in giro il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini.

Nel libro-intervista Io sono Matteo Salvini, edito da Altaforte, il leader della Lega aveva raccontato di come da piccolo fosse rimasto male perché all’asilo gli avevano rubato il pupazzo dello spadaccino e giustiziere don Diego de la Vega.

Salvini contestato a Bari: piazza semivuota e manifestanti travestiti da Zorro

La prima pagina di “Io sono Matteo Salvini”: “Tutte le donne lo amano, anche quelle di sinistra”

L’ironia di Calenda nei confronti di Salvini ha tenuto banco proprio oggi durante il programma condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro quando si è parlato di coloro che, per sberleffo, vanno ai comizi del leader leghista vestiti proprio da Zorro.

Al leader di Siamo Europei, manifesto ideato proprio dall’ex ministro dello Sviluppo Economico del governo Renzi e Gentiloni, era stato chiesto di indossare maschera, capello e spada dell’eroe in nero.

Il politico dem ha accettato l’invito e, come dimostrato dalla foto, per qualche minuto ha ‘sciabolato’ in diretta su Radio1 con la celebre mascherina a coprirgli il volto.

“Povero Matteo”: la selezione di TPI delle “migliori” prese in giro sul web al leader della Lega

Manifestazione Milano Lega 18 maggio, lo Zorro anti-Salvini: “Abbiamo vinto noi, restiamo umani”

Altaforte, cos’è la casa editrice vicina a Casapound al centro di una polemica sul Salone del Libro di Torino 2019

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.