Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Accordo Renzi-Calenda: Italia Viva e Azione correranno insieme alle prossime elezioni. L’ex premier: “Sarà Carlo a guidare la campagna elettorale”. Il leader di Azione: “Matteo generoso, noi alternativi al bipopulismo”

Immagine di copertina
Carlo Calenda e Matteo Renzi: Credit: ANSA/FLAVIO LO SCALZO

Accordo Renzi-Calenda: Italia Viva e Azione insieme alle prossime elezioni

C’è l’accordo tra Matteo Renzi e Carlo Calenda: alle prossime elezioni politiche del 25 settembre, dunque, Italia Viva e Azione si presenteranno insieme dando vita a quello che ormai è stato ribattezzato il Terzo Polo.

Ad annunciarlo è stato Matteo Renzi in un post su Facebook: “Abbiamo deciso di provarci. Il 25 settembre troverete sulla scheda elettorale anche questa possibilità: non accontentatevi dei meno peggio, mandate in Parlamento persone di qualità. Per costruire una casa nuova ci vuole un pizzico di follia, e quella non manca. Ci vuole l’entusiasmo, che in queste settimane è stato addirittura straripante. E ci vuole anche tanta generosità. Perché consentire a un progetto di partire richiede anche che qualcuno sappia fare spazio e non pretendere ruoli. Per questo lascio volentieri che sia Carlo Calenda a guidare la campagna elettorale”.

Poco dopo anche Carlo Calenda ha ufficializzato l’accordo, sempre sui social: “Nasce oggi per la prima volta un’alternativa seria e pragmatica al bipopulismo di destra e di sinistra che ha devastato questo paese e sfiduciato Draghi. Ringrazio Matteo Renzi per la generosità”.

Le trattative sono iniziate subito dopo lo rottura di Calenda con il Pd con Matteo Renzi che si era subito detto disponibile a dialogare con il leader di Azione e hanno subito un’accelerata nel pomeriggio di martedì 9 agosto quando gli sherpa dei due partiti si sono messi a lavoro per chiudere il discorso in merito alle liste e al simbolo.

A sancire l’accordo, però, è stato un faccia a faccia risolutivo tra i due leader avvenuto nella tarda mattinata di giovedì 11 agosto.

“Quando abbiamo lavorato insieme, abbiamo lavorato bene. In particolar modo durante il periodo in cui abbiamo condiviso responsabilità varie di Governo” aveva dichiarato Renzi in un’intervista in cui aveva sottolineato: “Io e Carlo insieme possiamo fare il botto”.

“Se andiamo bene sul proporzionale, possiamo riportare Mario Draghi a Palazzo Chigi” aveva dichiarato l’ex premier in un’altra intervista in cui si era anche detto disponibile a fare un passo indietro sulla leadership.

Renzi-Calenda: quanto vale il Terzo Polo

Secondo un recente sondaggio elaborato da Quorum-YouTrend per SkyTg24, una lista unica di Azione e Italia Viva otterrebbe alle prossime elezioni politiche il 4,8%.

Il Terzo Polo, però, finirebbe per penalizzare il centrosinistra, facendo avanzare ulteriormente il centrodestra verso una vittoria a larghissima maggioranza.

I partiti che formano la coalizione di centrodestra, infatti, otterrebbero il 49,1% dei consensi, mentre quelli della coalizione di centrosinistra si fermerebbero al 27,4 per cento.

Ti potrebbe interessare
Politica / Nel paese natale di Conte M5S all’85%, il sindaco: “Conte mi ha scritto commosso”
Politica / Cirinnà (Pd): “Ha perso il partito, Letta mai sentito e mai lo risentirò”
Politica / Renzi rompe il silenzio: "Meloni ringrazi Letta"
Ti potrebbe interessare
Politica / Nel paese natale di Conte M5S all’85%, il sindaco: “Conte mi ha scritto commosso”
Politica / Cirinnà (Pd): “Ha perso il partito, Letta mai sentito e mai lo risentirò”
Politica / Renzi rompe il silenzio: "Meloni ringrazi Letta"
Politica / Pd, parte il totosegretario: da Bonaccini a Schlein, i candidati alla successione di Letta
Politica / Giorgia Meloni festeggia la vittoria alle elezioni in palestra
Politica / Totoministri, Meloni chiude a Salvini: non avrà il Viminale o altri ministeri chiave
Politica / La sorella di Giorgia Meloni: "Non è vero che è contro l'aborto"
Politica / La mamma di Giorgia Meloni: "Ora tolga subito la vergogna del Rdc"
Politica / Bossi fuori dal Parlamento dopo 35 anni: "Dal Nord messaggio chiaro, va ascoltato". Maroni: "Alla Lega serve un nuovo segretario"
Politica / Salvini: "Abbiamo pagato sostegno a Draghi ma non mi dimetto"