Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

“Stimo Renzi ma non condivido la scissione, resto nel partito”: parla a TPI Andrea Casu, segretario Pd di Roma

Immagine di copertina

Parla a TPI Andrea Casu, segretario Pd di Roma

Il prossimo 21 marzo il Partito Democratico di Roma terrà un congresso straordinario per il rilancio del partito dopo la scissione di Italia Viva e il cambio della maggioranza di governo, con l’obiettivo di prepararsi al meglio alle elezioni comunali 2021. Dopo le fibrillazioni interne, il partito approva la relazione del segretario del Partito Democratico di Roma Andrea Casu, con un solo voto contrario. Nella sua relazione Casu ha nominato una nuova segreteria e lanciato una conferenza programmatica per la città per l’inizio del 2020. Casu è alla guida dei dem romani dal 2017, ed era stato eletto dal 57 per cento degli iscritti come espressione dell’area renziana. La scissione di Matteo Renzi dal Pd per fondare Italia Viva, che risale ormai a quasi tre mesi fa, ha destabilizzato il partito. Ma il segretario romano, pur essendo un grande sostenitore di Renzi, ha deciso di rimanere nel Partito democratico.

Ai microfoni di TPI Casu spiega: “Non ho mai nascosto la mia stima politica per Matteo Renzi. Penso che quello ha fatto per questo paese sia importantissimo. Ma la storia del mio impegno è una storia per la costruzione del partito democratico. Oggi che le destre sono ancora più pericolose di prima, sento che le persone come me possano continuare a battersi per fare sì che il Partito democratico sia ancora casa loro”.

Le sue dichiarazioni arrivano al termine della grande manifestazione di piazza che si è tenuta nella serata del 14 novembre 2019 a Centocelle, dove i cittadini si sono mobilitati dopo gli attentati alla Pecora elettrica e al Baraka bistrot:

Qui il video dell’intervista integrale:

 

Ti potrebbe interessare
Politica / Terzo mandato, bocciata la proposta leghista per i governatori. Si spacca la maggioranza
Politica / Cellulari in classe, Valditara: “Sconsigliato l’uso dalla scuola d’infanzia alla scuola media”
Politica / Rapporti Putin-Lega, pronta una mozione di sfiducia contro Salvini
Ti potrebbe interessare
Politica / Terzo mandato, bocciata la proposta leghista per i governatori. Si spacca la maggioranza
Politica / Cellulari in classe, Valditara: “Sconsigliato l’uso dalla scuola d’infanzia alla scuola media”
Politica / Rapporti Putin-Lega, pronta una mozione di sfiducia contro Salvini
Politica / Ponte sullo Stretto, aperta un’inchiesta sul progetto del ministro Salvini
Politica / Morte Navalny, Tajani: “Per Salvini serve chiarezza? Per me è indubbio che è stato fatto morire”
Politica / Sindaco nega cittadinanza a marocchina che vive in Italia da 21 anni: “Non sapeva rispondere a ‘Come ti chiami'”
Politica / Salvini: “Navalny? Capisco sua moglie, ma la verità la fanno medici e giudici”
Politica / Piantedosi: “Identificazione di chi deponeva fiori per Navalny? Non è un dato che comprime la libertà personale”
Politica / Sparo a Capodanno, Pozzolo accusato dal caposcorta di Delmastro: “La pistola è stata sempre in mano sua”
Opinioni / Perché non dobbiamo sottovalutare la rivolta dei trattori