Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Opinioni

Sanremo 2022, le pagelle degli abiti della serata finale del Festival

Immagine di copertina

Sanremo 2022, le pagelle degli abiti della serata finale del Festival

SANREMO 2022 PAGELLE ABITI – Tutte le cose belle hanno una fine. Così anche Sanremo 2022. Ci siamo: la finale del Festival più famoso d’Italia rappresenta un po’ la resa dei conti, ovvero si tirano le somme su cosa sia andato bene e cosa no. In fatto di stile, tre sono le tendenze che abbiamo riscontrato in queste sere. La prima è l’utilizzo spasmodico dei colori bianco e rosa (anche total look) negli outfit sia maschili sia femminili. Un trionfo, visto che si è soliti proporre sempre e solo il nero. La seconda, invece, risiede nella fluidità delle scelte stilistiche: pizzi, tulle, collane, orecchini gioiello, tacchi, make-up importanti e così via. Anche qui, grande felicità: finalmente si è celebrata l’unicità delle persone e della loro personalità. Infine, una piccola nota da dare col sorriso: in generale, in questa edizione, gli uomini hanno osato più belle donne, sono usciti dalla loro comfort zone e hanno proposto look ricercati e per nulla scontati. Finalmente. La serata finale confermerà queste tendenze o le cambierà? Noi siamo pronti a rivelarvelo con voti e commenti. Sempre in tempo reale.

AMADEUS
Il lupo perde il pelo ma non il vizio. E chiudiamo il festival con un altro smoking brillante firmato Gai Mattiolo. Ormai ci stiamo abituando a così tanta… luce! VOTO: 6 e mezzo

MATTEO ROMANO
Apre la finale con grande determinazione. Abito scuro di Emporio Armani con boots militare, per rompere la monotonia. VOTO: 8

GIUSY FERRERI
Sempre più sexy, con abito lungo vedo-non-vedo e dettagli luccicanti. Tutto firmato Philipp Plein. VOTO: 7

RKOMI
Dopo lo spogliarello dei giorni scorsi, torniamo al total look in pelle. Underground-issimo, stile Berlino. VOTO: 6/7

SABRINA FERILLI
Si parte in maniera elegante e sussurrata. In un abito lungo color nude, di seta, delicato. Ci aspettiamo escalation di stile. Rimaniamo in attesa de “er botto”. VOTO: 7

IVA ZANICCHI
Sobria ma d’effetto. Bellissima l’acconciatura. Il look esalta ma allo stesso tempo nasconde. Strategia e magia. VOTO: 7/8

AKA7EVEN
Nel dietro le quinte pare che gli artisti si scambino i vestiti al termine dell’esibizione… Ne abbiamo già visti di top brillanti in questa settimana. O sbaglio? Upcycled. VOTO: 6

MASSIMO RANIERI
Una sola domanda: perché i revers della giacca coperti di cristalli solo per metà? O più semplicemente: perché i cristalli? Era così un bell’abito… VOTO: 5/6

NOEMI
Regina di ghiaccio e… di specchi! Con un abito di Alberta Ferretti che riflette luce ed eleganza. Moderno. Molto bene. VOTO: 8 e mezzo

FABRIZIO MORO
Las Vegas questa sera. L’anima da bad boy incontra quella di Liberace. Il risultato è uno smoking total black ricoperto di paillettes. Nulla di nuovo. VOTO: 6

DARGEN D’AMICO
Ha forse scambiato gli abiti con AKA7EVEN? Noi ameremmo vedere gli occhi. E voi? VOTO: 6-

ELISA
Da una nuvola al palco dell’Ariston. Cinque serate per cinque abiti straordinari total white firmati Valentino. Che volere di più? VOTO: 9

IRAMA
Look da ferramenta: catene e micro moschettoni creano una rete sopra l’abito formale total black. Non proprio da Ariston. Controcorrente sì, ma c’è modo e modo. VOTO: 5

MICHELE BRAVI
Un look firmato Roberto Cavalli (by Fausto Puglisi) dalla duplice personalità: un dialogo tra romanticismo con fiori d’oro e sartoriale classy. Il risultato è impegnativo, ma l’artista lo porta con disinvoltura. VOTO: 7

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA
Forse sono gli unici artisti che hanno osato sul palco, divertendosi. Ironia tagliente by Moschino. E sempre pink. VOTO: 8 e mezzo

EMMA
Look da bomba sexy firmato Gucci, tra pizzi e paillettes. La cantante sta riscoprendo se stessa anche attraverso lo stile. E l’obiettivo si intravede all’orizzonte VOTO: 7/8

MAHMOOD E BLANCO
Torna il duo dei sogni. Il primo ha un look firmato Burberry (by Riccardo Tisci) con tanto di gonna lunga. Fantastico. Sul palco sono presenti anche due biciclette personalizzate da Swarovski. Da collezione. Ottimo styling (brava Susanna Ausoni!), ottime performance, ottimo lavoro, bro! VOTO: 10

HIGHSNOB E HU
C’è un’armonia nella coppia che è straordinaria. E si declina in look complementari. Molto bello l’abito formale arancione Zegna dal fitting ripensato. VOTO: 8 e mezzo

MARCO MENGONI
La T-shirt luccicante is the new black questa sera. Elegante lui, gentile e senza tempo. VOTO: 9

SANGIOVANNI
Splende come splende la sua anima giocosa. L’abito è firmato Diesel (by Glenn Martens) e rappresenta l’ultimo step dell’evoluzione di una farfalla. VOTO: 7/8

GIANNI MORANDI
Elegante ed elettrico come un ragazzo. Smoking di Giorgio Armani e si balla. Complimenti per l’energia! VOTO: 7 e mezzo

SABRINA FERILLI (secondo look)
Purezza e minimalismo. La semplicità è tutto. Upgrade di stile by N.21. Brava. VOTO: 8

DITONELLAPIAGA E DONATELLA RETTORE
Donatella Rettore è un fuoco d’artificio di tutti i colori. Ditonellapiaga (in Philosophy di Lorenzo Serafini) continua l’esplosione. Straordinarie. VOTO: 9

YUMAN
“Pigiama” (cit.) di seta, fluido, morbido, raffinato. E la voce ricama pietre preziose. VOTO: 8

ACHILLE LAURO
E torna il rosa sul palco. Lui in completo Guccissimo e ancora senza scarpe (perché?). Nulla di nuovo. VOTO: 7

ANA MENA
Rosso passione per la cantante. L’abito ricco di cristalli e applicazioni luccicanti è firmato Giorgio Armani. Finalmente per lei un abito lungo: meglio tardi che mai! VOTO: 7

TANANAI
Abito con giacca stile kimono. Una versione aggiornata del classico smoking. Molto interessante. VOTO: 8 e mezzo

GIOVANNI TRUPPI
Nulla, non ci siamo riusciti: ancora la canotta sul palco dell’Ariston. Bocciato. VOTO: 4

LE VIBRAZIONI
Dalla paillettes (delle scorse serate) alle piume. A volte è meglio sottrarre dettagli anziché aggiungerli. Provare per credere. VOTO: 5

MARCO MENGONI (secondo look)
Troppo complicato. Le applicazioni sulla giacca sono troppo impegnative. Il fit dei pantaloni non valorizza la silhouette. Eravamo partiti così bene… VOTO: 5

QUI TUTTE LE NOTIZIE SUL FESTIVAL DI SANREMO
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Morire di giornalismo: la gerarchia dei carnefici impedisce la condanna di Israele per l’omicidio Abu Akleh
Opinioni / Le contraddizioni di chi vuole la pace facendo la guerra
Opinioni / Il Medio Oriente sarà la prossima arena di scontro fra Cina e Usa, ecco perché
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Morire di giornalismo: la gerarchia dei carnefici impedisce la condanna di Israele per l’omicidio Abu Akleh
Opinioni / Le contraddizioni di chi vuole la pace facendo la guerra
Opinioni / Il Medio Oriente sarà la prossima arena di scontro fra Cina e Usa, ecco perché
Opinioni / È l’algoritmo, bellezza! (di G. Gambino)
Opinioni / Altro che rieducare: il carcere porta i condannati a tornare a delinquere. Ecco perché questo modello ha fallito (di L.Manconi)
Opinioni / Salvate il soldato Berlinguer. Cari Kompagni giù le mani da CartaBianca (di G. Cuperlo)
Opinioni / Il Papa nomina la Nato? “Ma è perché non parla bene italiano”. La censura non basta più, va delegittimato (di A. Di Battista)
Opinioni / La guerra in Ucraina punta a stabilire un nuovo ordine mondiale sacrificando l'Europa sull'altare (di M. Tarantino)
Opinioni / Da oggi siamo ancora più vicini a voi lettori (di G. Gambino)
Opinioni / Pace e diritto al lavoro: così la guerra in Ucraina ha cambiato il significato del primo maggio (di P. Maddalena)