Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

La propaganda di Toti dietro la foto dei bambini senza banchi di Genova

Immagine di copertina
A sinistra la foto postata dal governatore della Liguria Giovanni Toti, ritratto nella foto a destra

Quindi, per semplificare bene, la foto dei bambini in ginocchio a Genova, è stata usata per fare politica. Dispiace. Ma poi ci si incazza anche, quando si scopre questo retroscena: “Tutto è partito giovedì – hanno spiegato i genitori su Twitter – quando ci hanno comunicato che l’inizio della scuola sarebbe slittato di 48 ore per permettere che arrivassero i banchi e il personale ausiliario per iniziare serenamente l’anno scolastico”.

I genitori dunque erano stati avvertiti che il servizio scolastico sarebbe partito due giorni dopo, o che sarebbe stato garantito con le forze che erano a disposizione in quel momento assicurando solo due ore per cominciare, e nell’attesa imminente dei nuovi arredi. Poi è arrivato il tweet elettorale di Toti, e anche questa piccola bega da calendario minimo di quartiere è diventata propaganda.

Mi rattrista solo l’idea di un educatore (o chi per lui) che si mette a scattare questa foto. Dispiace: mi immagino la fatica di chi poi ha dovuto far oscurare tutti i volti, la fretta di portare a casa l’operazione mediatica, prima che arrivassero (solo 48 ore dopo) i nuovi banchi.

Senza questa operazione click avremmo forse detto che quei bambini erano tra i primi a ricevere gli arredi rinnovati. Invece così, usandoli, è nata una operazione di utilità marginale. I genitori hanno raccontato a Il Fatto che in alcune sezioni i bambini sapevano che non avrebbero trovato i banchi, con attività didattica a scartamento ridotto per offrire un momento di gioco e festeggiare il ritorno in classe. Sarebbe stata cosa giusta e sacra non disturbarli.

Leggi anche: 1. Genova, scuola senza banchi: bambini seduti a terra. Il preside: “Ingenuità della maestra” /2. Le scuole riaprono, le voci di genitori e studenti tra preoccupazione e speranza | VIDEO /3. Scuole, l’appello dei presidi da Nord a Sud: “Non siamo pronti, rimandare la riapertura a dopo il voto” /4. Conte: “Porto mio figlio a scuola”, ma la preside lo gela: “Mancano banchi e docenti”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Con le Agorà vogliamo costruire un nuovo centrosinistra popolare (di Nicola Oddati)
Opinioni / L’amicizia è bella e preziosa, ma con l’amico no vax divento peggio di Kim Jong Un
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Con le Agorà vogliamo costruire un nuovo centrosinistra popolare (di Nicola Oddati)
Opinioni / L’amicizia è bella e preziosa, ma con l’amico no vax divento peggio di Kim Jong Un
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Opinioni / Elezioni a Roma, un disastro comunicativo tra like e scivoloni (di M. Romano)
Opinioni / Mario pieni poteri (di Giulio Gambino)
Opinioni / Confindustria vuole Draghi anche dopo il 2023, ma la Costituzione non è un prodotto commerciale
Opinioni / Jo Squillo col niqab al Gf Vip: così la tv spazzatura banalizza la tragedia delle donne afghane
Opinioni / Un patto con voi lettori (di Giulio Gambino)
Opinioni / Salvini ha spaccato la Lega cercando di rincorrere FdI senza capire che la Meloni ha già preso il suo posto
Opinioni / Trent’anni fa un’inchiesta sull’Eni distrusse i partiti, oggi colpisce la procura più importante d’Italia