Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:19
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Opinioni

Diplomazia da spiaggia: la crisi in Afghanistan a Ferragosto fa venir fuori il peggio dei nostri politici

Immagine di copertina

Di Maio era al mare, ma pure Letta non scherza

Di Maio è in spiaggia con Emiliano e Boccia? “Ed io corro in Senato”. Deve aver ragionato così Matteo Renzi a Ferragosto quando on line hanno cominciato a rimbalzare le foto del ministro degli Esteri in costume a Punta Prosciutto, proprio durante la gravissima crisi afgana.

La fuga romana del leader di IV, unita al solito attivismo agostano di Salvini, ha rovinato qualche giorno di meritata vacanza sotto l’ombrellone anche a qualche dirigente del Pd.

A cominciare dal segretario Letta, improvvisamente svegliato dal torpore abituale del periodo e costretto a dare al microcosmo della politica qualche, seppur flebile, segnale della sua presenza. Così in quattro e quattr’otto, Letta ha sfoggiato una lunga quanto accomodante intervista con Repubblica ed ha convocato proprio stamani l’ennesima riunione della sua segreteria, ovviamente su Zoom.

E cosa ha partorito la riunione del massimo organo politico del Pd? Una soluzione valida da almeno 70 anni, una bella sottoscrizione delle Feste dell’Unità! “Sottoscrizione per aiutare le Ong che rimangono a Kabul, iniziative per l’accoglienza dei rifugiati che arrivano dall’Afghanistan, gemellaggi, mobilitazione per sostenere le donne afgane. Il Pd oggi decide aiuti concreti per la società afgana che non vuole tornare indietro”. Et voilà: così anche il problema afgano sarà risolto.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Basta con le chimere draghiane e neoliberiste: il Pd deve cambiare il proprio dna se vuole sopravvivere (di R. Parodi)
Opinioni / Luigi Di Maio come Gianfranco Fini: da leader a grande escluso. Tutte le similitudini
Opinioni / Il Pd non conosce più il suo mondo e ciò che dovrebbe rappresentare: così la sinistra ha perso il contatto con la realtà (di C. Geloni)
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Basta con le chimere draghiane e neoliberiste: il Pd deve cambiare il proprio dna se vuole sopravvivere (di R. Parodi)
Opinioni / Luigi Di Maio come Gianfranco Fini: da leader a grande escluso. Tutte le similitudini
Opinioni / Il Pd non conosce più il suo mondo e ciò che dovrebbe rappresentare: così la sinistra ha perso il contatto con la realtà (di C. Geloni)
Opinioni / La lezione del centrodestra a Pd e M5S: per vincere bisogna anche saper costruire un’alleanza (di S. Mentana)
Opinioni / Il Pd perde perché privo di identità: è arrivato il momento di porre fine a un esperimento mai riuscito (di R. Bertoni)
Opinioni / L’esclusione di Conte ha indebolito il centrosinistra e agevolato la Meloni: così il Pd ha deciso di suicidarsi (di L. Telese)
Opinioni / I nostri ragazzi umiliati e sfruttati fino alla morte (di R. Gianola)
Opinioni / L’effetto Rdc sulle elezioni: così Conte ha spiazzato Letta e Di Maio (di L. Telese)
Opinioni / Contro il Rdc c’è una campagna denigratoria che manipola la realtà (di D. De Masi)
Opinioni / Essere poveri non è una colpa (di Giulio Gambino)