Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Opinioni

Da Loredana Bertè a Immanuel Casto: ecco i 12 mag-book di ReWriters

Immagine di copertina
Credit: ReWriters

* Di Eugenia Romanelli (Presidente dell’Associazione Culturale ReWriters), che ogni mese firma un editoriale per TPI sulla riscrittura dell’immaginario contemporaneo.

Pochi giorni fa abbiamo presentato la collana editoriale 2022, 12 libri, anzi mag-book (metà magazine e metà libro), totalmente autoprodotti e distribuiti solamente da rewriters.it in print on demand. Siamo alla terza operazione, dopo le collane 2020 e 2021, con una somma di firme già salite sul carroalato del Movimento Culturale ReWriters che vuole riscrivere le regole del gioco: dalla convivenza sociale al rapporto con il pianeta. 

Ecco che, dopo Massimo Recalcati, Melania Mazzucco, Lidia Ravera, Lorenzo Jovanotti, Carmen Consoli, Gianna Nannini, Paola Turci, Morgan, Vittorio Lingiardi, Roberto Cotroneo, Romana Petri, Monica Cirinnà, Rancore, Giobbe Covatta, Marina Rei, Michela Serra, Giovanna Melandri, Giulia Blasi, Gianrico Carofiglio, Giancarlo De Cataldo, Nancy Brilli, Stefano Fresi, Nadia Terranova, Vauro, Daniel Cuello, Silvia Ziche, Cristina Bowerman, e tantissimi altri, una nuova orda di penne promette, anche per il 2022, di continuare la rivoluzione valoriale della riscrittura dei paradigmi.

Ma chi sono questi autorə, artistə, influencer, giornalistə, blogger, filosofə, accademicə, scienziatə, attivistə, professionistə che si spendono, da attivisti vocazionali laici, come li ha definiti Drusilla Foer, anche lei del Movimento? A rispondere sono i curatori e le curatrici 2022: da Loredana Bertè, che radunerà i cantautori, interpreti e musicisti più rappresentativi della scena artistica contemporanea italiana, al Presidente del Mensa, l’artista Immanuel Casto, dalla scrittrice Domitilla Pirro, direttrice creativa di Fronte del Borgo alla Scuola Holden, all’educatore Matteo Bianchini, maestro di scuola primaria e professore all’Università di Firenze, da anni impegnato sull’educazione affettiva e relazionale, autore su WikiScuola, protagonista del film Educazione affettiva, dall’architetta-inventrice Cristiana Meloni, founder di Labo, al social media manager dell’Istat, Giovanni Prattichizzo, dalla poeta Erica Donzella, direttrice della Scuola Aleph, al critico musicale Ernesto Assante, dalla scrittrice Eleonora Santamaria, a Beatrice Curci, consigliera nazionale della FNSI – Federazione Nazionale Stampa Italiana, autrice a Agorà di Rai3, fino all’artista David Riondino e al giovane poeta Elvio Ceci, e alla sorpresa delle sorprese, con la prima graphic novel, a cura dell’illustratrice Ginevra Tonini Masella, che darà alla luce Rew, il personaggio ReWriters.

Ognuno di questi 12 curatori invita a sua volta tanti contributori, creando dunque quella rete capace di fare da conduttore del pensiero divergente, di mettere in contatto persone progressiste, innovatori e innovatrici, e di far fiorire una nuova cultura post-pandemica basata non sulle appartenenze ma sui valori. I temi sono trasversali: giovani, educazione, musica, salute mentale, le nuove intelligenze, le donne inventrici, il quuerness e l’intersezionalità, il viaggio, le nuove frontiere dei social network, la poesia contemporanea, il fumetto (vedi qui tutti i titoli).

I 12 mag-book sono opere da collezione, stampate in tiratura limitata (1000 copie ogni numero) in accordo con i 12 street artist che firmano le copertine, realizzate appositamente ed in esclusiva per ReWriters, a sostegno dell’omonima associazione e galleria d’arte: da Sten Lex e Lucamaleonte, scelti da Banksy al The Cans Festival, al più quotato poeta street del mondo, Ivan Tresoldi, fino alle donne top del muralismo, come emi.artes e Alice Pasquini.

Si comincia a gennaio, con un numero sui teen-agers e sulla scuola: “Questo mag-book s’interroga sulla scuola old style oppure brand-new – spiega Domitilla Pirro, la curatrice. Scuola-dinosauro, scuola-Golem, scuola-monumento. Quanto è capace, l’istituzione secolare, di intercettare le mutazioni in atto nel settore culturale e nella pop culture in genere? Quanto recepisce la varia e mutata sensibilità del tempo, e come gestisce lo scollamento eventuale e al contempo dimostrabile tra docenti e discenti?”. Tra gli autori figurano nomi noti come Vera Gheno, Mari Accardi, Francesco Annarumma, Stefania Auci, Silvia Costantino + Francesco Quatraro, Beatrice Cristalli, Alessandro D’Avenia, Andrea Donaera, Lorenzo Fantoni, Paolo Ferro, Lucia Gaiotto, Leonardo Luccone, Manuela Pinetti, Stella Pulpo.

Si prosegue a febbraio, con il tema del viaggio e con le firme di Fabio Stassi, Giuliana Sgrena, Andrea Donaera, Dejanira Bada, Alberto Simone, Dario Accolla, Flavia Famà, Giuseppe Nibali, Giusy Sciacca, Serena Maiorana, Claudia Scano, e tanti altri. A marzo, invece, al momento sappiamo solo che ci sarà Maura Cossutta, ma gli altri nomi sono top secret, come per tutti i numeri successivi. La buona notizia, però, è che ci si può già abbonare (clicca qui) e che parrebbe il regalo essenziale se si vuole dire basta a come è andata finora.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Le donne di Kabul sfidano i talebani: “Adesso diamo voce a chi tace” (di W. Samadi)
Opinioni / Il miracolo di Draghi? Essere riuscito a far resuscitare Berlusconi
Opinioni / Non ci resta che un capolavoro politico (di G. Gambino)
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Le donne di Kabul sfidano i talebani: “Adesso diamo voce a chi tace” (di W. Samadi)
Opinioni / Il miracolo di Draghi? Essere riuscito a far resuscitare Berlusconi
Opinioni / Non ci resta che un capolavoro politico (di G. Gambino)
Opinioni / 102 miliardari nel mondo chiedono di essere tassati per colmare le disuguaglianze. In Italia la patrimoniale scatena l’ira degli ultra-liberisti (di G. Cavalli)
Opinioni / Indiscreto: l’inciampo giudiziario di Beppe Grillo è un problema anche per Draghi
Opinioni / ’78, la Renault rossa era a via Caetani. Ma era come se fosse stata piazzata davanti al Quirinale
Opinioni / Il Quirinale e Draghi: nonno al servizio delle istituzioni o “nonnismo istituzionale”? (di A. Di Battista)
Opinioni / Ecco perché non c’è nulla da esultare per l’elezione di Roberta Metsola come presidente del Parlamento Europeo
Opinioni / Renzi dice che Italia Viva ora “vale il 13%”. Ma in realtà ha preso 3mila voti a Roma1 con l’11% di affluenza
Opinioni / Quirinale, indiscreto: sempre più quotata l’ipotesi Gianni Letta presidente