Covid ultime 24h
casi +13.633
deceduti +472
tamponi +264.728
terapie intensive -28

Viaggio lungo i confini del mondo

Una serie di scatti del fotografo Sandro Montefusco racconta la vita sulle zone di frontiera più remote e famose della Terra

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 20 Set. 2017 alle 10:28 Aggiornato il 20 Set. 2017 alle 10:37
0

Uomini sul confine è una raccolta di immagini scattate da fotografo Sandro Montefusco in quei luoghi dove storie e racconti si fanno più intensi: al confine appunto tra paesi, religioni e culture del mondo.

Alle volte esistono dei muri reali che interpretano le distanze, in altri casi invece le differenze sono visibili da atteggiamenti, comportamenti o piccoli segni, talvolta impercettibili.

Sandro Montefusco ha cercato di cogliere quei segni attraverso la fotografia e il risultato è la raccolta che verrà presentata al Palazzo della Arti di Napoli (PAN) il prossimo 30 settembre, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e al Turismo del comune di Napoli.

Le immagini arrivano da Tijuana, la più grande frontiera del mondo oggi più che mai al centro di accese polemiche; da Cuba, un confine geografico e politico, dove i sogni della rivoluzione affannano nell’orgoglio ma resistono sofferenti alla violenza dell’embargo.

Altri scatti sono stati realizzati nella remota isola Taquile sul lago Titicaca, confine tra Perù e Bolivia. E poi ancora Gerusalemme, emblema di tutte le divisioni del mondo; il Ladakh, nel nord dell’India, dove coesistono le culture tibetane, portate dagli esuli dalla Cina, e l’influenza sciita del vicinissimo Pakistan.

Sempre in India, ma in un’atmosfera completamente diversa, Sandro ha immortalato il confine che unisce la vita e il mistero: Varanasi, sulle rive sacre del Gange, il confine ascetico dell’uomo che nel fumo delle pire delle cremazione trova l’immortalità.

C’è poi il Kosovo, con il dramma dei contrasti irrisolti tra le diverse etnie, i nuovi confini nati dal tragico conflitto balcanico e i militari in difesa di un precario equilibrio di pace. E infine l’incontro con i migranti sulla rotta balcanica e sulla via della droga, percorsi tra i più battuti al mondo, dove si incrociano i sogni e i drammi degli uomini.

Nella galleria fotografica alcune immagini del progetto.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.