Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home

L’artista che ha adattato Guernica di Picasso alla guerra in Siria

Immagine di copertina

L’illustratore portoghese Vasco Gargalo ha ricreato il dipinto iconico per rappresentare l’attuale situazione in Siria, dove si combatte una guerra civile da cinque anni

Nel 1937 Pablo Picasso realizzò Guernica, una delle sue opere più importanti: nata con l’intento di
rappresentare alla sua maniera la guerra civile spagnola, allora in pieno
svolgimento, col tempo l’imponente quadro è diventato un simbolo universale
contro la brutalità della guerra e un manifesto dell’opposizione alla violenza.

L’artista aveva basato il suo lavoro sul bombardamento della
città di Guernica avvenuto il 26 aprile 1937, effettuato da velivoli italiani e
tedeschi su richiesta dei nazionalisti spagnoli di Francisco Franco.

Questa era l’immagine originale:

Per dare un nuovo senso di attualità al dipinto, l’illustratore portoghese contemporaneo Vasco Gargalo ha ricreato quest’immagine iconica rifacendosi
all’attuale situazione in Siria, dove com’è noto si combatte una tragica guerra
civile da più di cinque anni.

Secondo quanto ha spiegato al sito BuzzFeed, infatti:
“Quando penso a una guerra civile, penso sempre a Guernica“.

Nella sua versione, che ha ribattezzato Alepponica, le figure del dipinto originale sono state leggermente modificate
per far posto a volti e simboli rappresentanti le principali figure della
guerra civile siriana, dal presidente siriano Bashar al-Assad ai migranti in fuga.  

Nel dettaglio, la figura dal volto simile a un fantasma dell’opera
originale è qui sostituita dal presidente Assad, e invece di
tenere in mano una candela, questa volta c’è un candelotto di dinamite.

C’è poi la donna in fuga dell’originale che qui è una
migrante che scappa verso l’Europa per sfuggire alle atrocità della guerra, e il
cavallo, che originariamente voleva rappresentare il popolo spagnolo, qui è la
rappresentazione di Barack Obama e dei suoi Stati Uniti.

La mano che afferra un fucile simboleggia invece la
resistenza della città di Aleppo, e il toro, pensato per rappresentare il
fascismo nell’opera di Picasso, prende qui le sembianze del presidente russo
Vladimir Putin.

Ti potrebbe interessare
Lotterie / Simbolotto, estrazione di oggi 18 agosto 2022 | Lotto
Lotterie / Estrazione Lotto e 10eLotto: i numeri vincenti estratti oggi giovedì 18 agosto 2022
Sport / Vuelta Espana 2022: tra passato e futuro, ricordando papa Adriano VI
Ti potrebbe interessare
Lotterie / Simbolotto, estrazione di oggi 18 agosto 2022 | Lotto
Lotterie / Estrazione Lotto e 10eLotto: i numeri vincenti estratti oggi giovedì 18 agosto 2022
Sport / Vuelta Espana 2022: tra passato e futuro, ricordando papa Adriano VI
Esteri / Ucraina, Onu: “I negoziati per fermare la guerra sono ancora lontani”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia schiera missili ipersonici a Kaliningrad
Spettacoli / Sanremo 2023, Tiziano Ferro potrebbe essere tra i big. L’indiscrezione
Lotterie / Estrazione VinciCasa: i numeri vincenti estratti oggi 18 agosto 2022
TV / L’avvocato del diavolo: tutto quello che sappiamo sul film in onda su Sky Cinema Uno
Lotterie / Estrazione Million Day di oggi, 18 agosto 2022: i numeri vincenti di giovedì
TV / Il mio vicino del piano di sopra: la trama del film su Rai 1