Covid ultime 24h
casi +19.143
deceduti +91
tamponi +182.032
terapie intensive +57

La Mecca dell’arte urbana

Un'ex centrale elettrica, abbandonata da 45 anni, è stata riabilitata da un artista australiano. È lo spazio più ampio in Australia dove è perfettamente legale dipingere

Di TPI
Pubblicato il 26 Mag. 2015 alle 11:10
0

Powerhouse Geelong si trova a Geelong, nello stato federale del Victoria, in Australia. È un’ex centrale elettrica di tremila metri quadrati nella Baia di Corio, 60 chilometri a sud ovest di Melbourne. Abbandonata da 45 anni, negli ultimi sei mesi 350 artisti di strada sono riusciti a trasformarla nella Mecca australiana dell’arte urbana.

Le pareti della struttura abbandonata sono diventate una vera e propria tela per dare sfogo alla creatività degli artisti di graffiti. Finora è lo spazio più ampio in Australia dove è perfettamente legale dipingere. Il progetto Geelong nasce da un’idea di Ian Ballis, un artista di strada che da quattordici anni si batte per promuovere l’arte del graffito, nella speranza di educare la parte conservatrice della società australiana verso questo tipo di arte.

A Novembre del 2014 Ballis ha rimosso, insieme a un gruppo di artisti, circa 30 tonnellate di rifiuti che si erano accumulati nell’edificio durante i quarantacinque anni di abbandono, al fine di abilitare lo spazio per essere dipinto.  Da quando l’edificio ha aperto le sue porte al pubblico, l’affluenza è stata di circa 30mila visitatori. L’unica regola per gli artisti è il rispetto per i bambini nei temi scelti per i lavori, che devono inoltre essere rigorosamente apolitici.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.