Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home

I purosangue irlandesi messi a rischio dalla Brexit

Immagine di copertina
Alcuni spettatori britannici a una corsa di cavalli nei pressi di Londra. Credit: Reuters

La repubblica d'Irlanda è il più grande allevatore europeo di cavalli di razza e il ritorno del confine con il Regno Unito danneggerebbe tutto il settore

L’Irlanda è considerato il paese più a rischio dell’Unione Europea di subire gli effetti negativi della Brexit.

Il Regno Unito è infatti il maggior mercato di esportazione delle merci e dei servizi prodotti nella Repubblica d’Irlanda e il ritorno di un confine terrestre tra le due nazioni potrebbe non solo acuire le tensioni inter-comunitarie in Irlanda del Nord ma danneggiare l’economia dell’intera isola.

Uno dei settori economici irlandesi di maggior successo è l’allevamento di cavalli da corsa e gli addestratori di Dublino temono che un mancato accordo tra Londra e Bruxelles possa impedire la libera circolazione di questi animali tra le isole britanniche.

L’Irlanda è infatti il più grande produttore continentale di purosangue e una sua estromissione dal mercato britannico comporterebbe un danno rilevante non solo per i suoi allevatori ma anche per gli organizzatori di famose corse di cavalli nel Regno Unito come Royal Ascot, Cheltenham, Aintree ed Epsom.

“A differenza di molti altri settori colpiti dalla Brexit, noi semplicemente non possiamo adattare il nostro prodotto a un nuovo mercato, le storiche corse britanniche non possono essere replicate in nessun altro paese”, ha detto Brian Kavanagh, direttore dell’autorità irlandese per le corse dei cavalli alla commissione per la Brexit del parlamento di Dublino.

Circa 10mila animali da corsa attraversano il confine tra Irlanda e Regno Unito ogni anno. La vicinanza geografica e la facilità d’accesso a un mercato che prevede diversi importanti eventi nel settore svolgono un ruolo centrale nel successo di questa industria.

“I nostri timori riguardano il ritorno delle barriere commerciali o di qualsiasi tassa o tariffa per il trasporto di cavalli tra l’Irlanda e il Regno Unito, perché questo potrebbe avere effetti dannosi sul settore”, ha dichiarato Henry Beeby, direttore esecutivo di Goffs, la principale società di vendita di purosangue del paese.

“Siamo una nazione esportatrice e siamo fortemente dipendenti dalla mancanza di dazi doganali tra le isole britanniche e il continente”, ha affermato Beeby, riferendosi ai due terzi dei purosangue nati in Irlanda ogni anno e che vengono esportati, l’80 per cento dei quali è venduto nel Regno Unito.

Attualmente esiste infatti un accordo tra i governi di Dublino, Londra e Parigi, precedente la legislazione europea in materia, che permette a un cavallo registrato in un paese di muoversi liberamente in tutti gli altri senza la necessità di ulteriore documentazione o di un esame veterinario.

Questa situazione potrebbe cambiare con la Brexit e mettere in seria difficoltà gli allevatori irlandesi e le storiche corse di cavalli britanniche.

LEGGI ANCHE: Il Regno Unito vuole impedire la libera circolazione dei lavoratori dopo la Brexit

Ti potrebbe interessare
TV / Ascolti tv martedì 28 giugno: C’era una volta… a Montecarlo, Sono solo fantasmi, LOVE MI
Oroscopo / Oroscopo Branko oggi, mercoledì 29 giugno 2022: le previsioni segno per segno
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "2.811 missili russi contro le nostre città"
Ti potrebbe interessare
TV / Ascolti tv martedì 28 giugno: C’era una volta… a Montecarlo, Sono solo fantasmi, LOVE MI
Oroscopo / Oroscopo Branko oggi, mercoledì 29 giugno 2022: le previsioni segno per segno
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: "2.811 missili russi contro le nostre città"
Sondaggi / Fdi consolida il primo posto, cala la Lega, crolla il M5S
Politica / Elezioni Verona, Veronica Atitsogbe a TPI: “Volevo sentirmi parte attiva della città. Con Tommasi ora si può”
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di oggi per Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci | Mercoledì 29 giugno 2022
Oroscopo / Oroscopo Paolo Fox di oggi per Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone e Vergine | Mercoledì 29 giugno 2022
Terremoti / Terremoto oggi in Italia 29 giugno 2022: tutte le ultime scosse | Tempo reale
Cronaca / Gallarate, due pietre d’inciampo vandalizzate in poche settimane. Il sindaco minimizza: “Una ragazzata”
Cronaca / Livorno, donna colpisce un uomo a calci e pugni in strada: il video virale