Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:37
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il numero di telefono della Svezia

Immagine di copertina

Il paese scandinavo ha istituito un numero di telefono al quale rispondono a caso i suoi cittadini. Noi di TPI l'abbiamo contattato

La Svezia è la prima nazione al mondo ad avere istituito un proprio numero di telefono. In altri termini, componendo il +46 771 793 336, si viene messi in contatto con un cittadino svedese a caso al quale si possono fare domande relative al suo paese.

A rispondere a questo numero ci sono tutti i cittadini svedesi che hanno offerto la loro disponibilità per il servizio. L’obiettivo dello Swedish Number – questo il nome ufficiale dell’utenza, promossa dall’Associazione svedese per il turismo – è quello di lasciare ai cittadini il compito e l’onore di promuovere il proprio paese, fornendo informazioni utili e rispondendo ai quesiti provenienti da tutto il mondo.

Diversamente da un normale call center, però, le risposte dei volontari non sono prestabilite. Ciascun cittadino che ha aderito al progetto può rispondere quello che preferisce.

L’idea è proprio quella di far sì che ci si possa informare liberamente sulla Svezia, non sfogliando un depliant pubblicitario di un’agenzia turistica, ma chiedendo a un comune cittadino come se lo si stesse chiedendo a un amico.

Dalla redazione di TPI abbiamo provato a contattare questo numero. La prima cosa che si sente è una voce registrata che, in lingua inglese, dice che stiamo chiamando il numero della Svezia e che la chiamata può essere registrata.

Il primo tentativo, in realtà, non va a buon fine. Dopo qualche squillo qualcuno risponde, ma lo sentiamo solo soffiare sul telefono, anche dopo che gli abbiamo detto che siamo italiani e stiamo provando il nuovo numero della Svezia.

Al secondo tentativo, invece, ci risponde Dan, un cittadino svedese che vive sulla costa meridionale del paese, non lontano da Malmo.

Ci dice di aver offerto la sua disponibilità a partecipare perché il progetto di un numero di telefono unico per tutto il paese gli sembrava una cosa curiosa e interessante, e in questo modo può entrare in contatto con persone provenienti da altri paesi e scoprire cosa interessa loro della Svezia.

Mi ha raccontato che quando gli suona il telefono non può sapere se quella che sta ricevendo è una chiamata personale di qualche suo amico o una chiamata al numero unico della Svezia.

Il numero è attivo solo da pochi giorni, ma per Dan la nostra è la nona chiamata, la prima proveniente dall’Italia. Il paese da cui ha ricevuto più chiamate sono stati per ora gli Stati Uniti, quattro volte, ma ne ha ricevute anche dalla Russia, dall’Egitto, dal Kenya e dal Canada.

Dan ci dice che ama l’Italia, in particolar modo Roma e la Toscana. Un amore che dimostra quando mi fa lo spelling del nome del nostro giornale per essere sicuro di aver capito bene “Tuscany, Pisa, Italy?”, mi chiede.

Questo numero, oltre che un’opportunità per gli svedesi di dare informazioni agli stranieri sul proprio paese, è anche un modo per essere connessi con il resto del mondo.

Non è ancora possibile sapere per quanto il servizio rimarrà attivo e quale sarà il suo successo, né se altri paesi seguiranno l’esempio della Svezia.

Sicuramente questo esperimento mostra una cosa molto chiara. Nel momento in cui qualcuno decide di chiamare la Svezia per pianificare le vacanze o per avere informazioni sull’attualità, nel momento in cui contatta alcuni cittadini svedesi a caso non sta né chiedendo consiglio a un’agenzia turistica, né si sta informando su un quotidiano: sta chiedendo suggerimenti ad altri cittadini, praticando quindi uno scambio d’informazioni tra pari.

Una specie, insomma, di TripAdvisor o Yelp in versione telefonica, in cui le recensioni su un luogo non si leggono scritte su un sito ma si chiedono direttamente a voce.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti
Esteri / Libano, violenti scontri a Beirut: almeno 5 morti e 30 feriti
Esteri / Il direttore dell'Oms: "Non esclusa l'ipotesi della fuoriuscita dal laboratorio"
Esteri / Al Sisi: sui diritti umani “non accettiamo diktat europei”
Esteri / Come agisce il "sistema di terrore" della National Security Agency egiziana
Esteri / Cosa si può fare per cambiare in meglio Facebook
Esteri / Austria, Sebastian Kurz si dimette: indica Schallenberg come successore
Esteri / Dodici Paesi Ue vogliono muri anti-migranti: da una parte noi con i nostri diritti, dall’altra bestie da allontanare