Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Si ricomincia?

Assad prende tempo sui negoziati di pace. E l'opposizione siriana è sempre più divisa...

Di Giovanna Carnevale
Pubblicato il 6 Nov. 2013 alle 10:07 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 18:45
0
Immagine di copertina

I negoziati di pace tra il governo siriano e i gruppi dei ribelli non sta procedendo come previsto per novembre. A dirlo è il diplomatico Lakhdar Brahimi, inviato delle Nazioni Unite in Siria.

La conferenza di pace da tenersi a Ginevra è già stata rimandata più volte, e ora il presidente siriano Bashar al Assad ha detto di non essere ancora pronto a negoziare per consegnare il potere.

L’opposizione, d’altra parte, deve ancora sciogliere dei nodi al suo interno. “Non è un segreto per nessuno, loro stanno affrontando ogni sorta di problema e stanno lavorando molto, molto duramente per essere pronti. E ancora non sono pronti”, ha sostenuto Brahimi.

Jarba, uno dei capi principali dell’opposizione, ha sottolineato che il suo gruppo parteciperà alla conferenza di Ginevra solo come parte di un fronte unito, e solamente se prima verrà dichiarato il “cessate il fuoco”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.