Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:47
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

L’allarme dell’Ocse sull’Italia: nel 2019 pil fermo, solo +0,6% nel 2020

Immagine di copertina

PIL ITALIA – Segnali negativi per l’economia italiana. Resta immutato l’allarme dell’Ocse sulla situazione dell’Italia. Secondo l’Economic Outlook presentato oggi a Parigi, la crescita del nostro Paese ristagnerà nel 2019 e resterà modesta, allo 0,6%, nel 2020. Ma le prospettive sono negative anche per i conti pubblici. Il rapporto stima che il rapporto deficit/Pil dovrebbe crescere ulteriormente, dal 2,4% del 2019 al 2,9% nel 2020, portando il debito pubblico al 135% del Pil nello stesso anno.

Pil Italia | Dati Ocse

“Il previsto e sostanzioso aumento delle spese sociali aiuterà a ridurre la povertà”: è quanto afferma l’Ocse nella scheda consacrata all’Italia dell’Economic Outlook presentato oggi a Parigi, sottolineando che la spesa sociale “dovrebbe essere equa tra generazioni e al tempo stesso promuovere anche la crescita dell’occupazione, in particolare tra donne e giovani”.

In Italia 14,1 milioni di persone beneficiano di 10 ‘condoni’

L’elevato rapporto tra debito pubblico e Pil tiene l’Italia in una posizione “vulnerabile rispetto alle variazioni dei tassi di interesse, limitando le scelte politiche per stimolare la crescita e perseguire obiettivi sociali”: è quanto si legge nell’Economic Outlook dell’Ocse presentato oggi a Parigi. L’organismo internazionale invita quindi il governo ad attuare un “piano di riforma a medio termine chiaro e credibile per stimolare la crescita e ridurre il rapporto debito/Pil”. Un “prerequisito”, prosegue l’organismo, per migliorare la “credibilità” di bilancio e ridurre i tassi di interesse che pesano sul debito italiano.

La disoccupazione dell’Italia ha “smesso di diminuire e resta alta, soprattutto tra giovani e donne”: è quanto si legge nell’Economic Outlook dell’Ocse presentato oggi a Parigi. Secondo l’Ocse, inoltre, il lento aumento del tasso di disoccupazione e la crescita dei risparmi delle famiglie “trattiene i consumi privati, in un contesto in chi la bassa domanda esterna e le tensioni commerciali a livello globale colpiscono l’export”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Gas, la Russia azzera le forniture all’Italia
Economia / Italgas, Gallo a TPI: “Il price cap europeo è la misura migliore per far fronte al caro bollette”
Economia / Istat: prezzi salgono del 8,9% nel 2022, da settembre inflazione più alta dal 1985
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Gas, la Russia azzera le forniture all’Italia
Economia / Italgas, Gallo a TPI: “Il price cap europeo è la misura migliore per far fronte al caro bollette”
Economia / Istat: prezzi salgono del 8,9% nel 2022, da settembre inflazione più alta dal 1985
Economia / Ecco cosa c’è dietro la vendita di Eataly
Economia / Gas flaring: tutto il gas che non viene usato ma bruciato dalle compagnie petrolifere
Economia / Bollette, arriva la stangata: elettricità +59% nel quarto trimestre
Economia / Gas, Cingolani: “Serve il price cap ma i prezzi non torneranno mai al livello di un anno fa”
Economia / La sostenibilità di Banca Ifis
Cronaca / Bollette, allarme rincari: “Senza aiuti dal governo aumenti fino al 100%”
Economia / I mercati finanziari rassicurati dal risultato elettorale. Spread sale a 242 punti base