Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 15:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Manovra, il Cdm approva il testo: oltre 38 miliardi per l’emergenza Covid. Sgravi per assunzioni di giovani e donne

Immagine di copertina
Credit: Ansa foto

Il Consiglio dei ministri ha approvato il testo della legge di Bilancio. La maxi Manovra da 38 miliardi di euro, che aveva ricevuto un via libera salvo intese circa un mese fa, è ora attesa in Parlamento. L’approvazione è arrivata nel pomeriggio e il testo è atteso alla Camera “domani, al massimo mercoledì”, assicura Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento. Aumentano i fondi per gli asili nido e vengono stanziate risorse aggiuntive per il potenziamento delle strutture comunali. Si tratta di 100 milioni nel 2022, 150 milioni nel 2023, 200 milioni nel 2024, 250 milioni per il 2025 e 300 milioni di euro annui dal 2026.

“Alcune misure della legge di bilancio le abbiamo scritte insieme, ad esempio il blocco dei licenziamenti”. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, replica così all’invito di Anna Maria Furlan di intraprendere la strada della concertazione come fecero Ciampi e Prodi. Conte prosegue: “Concertazione non vuol dire confondere i ruoli. Il Governo riconosce il giusto ruolo dei sindacati, ad esempio sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Ora inizia il percorso parlamentare. Abbiamo raccolto le vostre istanze. Alcune non le possiamo accogliere altre sì. Ho preso appunti e torneremo sugli argomenti durante l’iter parlamentare”.

Ora per l’approvazione entro il 31 dicembre bisognerà correre: si inizierà in commissione Bilancio a Montecitorio con il tradizionale giro di audizioni per poi passare al Senato, dove nel frattempo si lavora al decreto Ristori. Nel comunicato finale del Cdm, in cui si è anche discusso dell’ipotesi di nuovo scostamento di bilancio, il governo parla di un “impianto complessivo sotto il profilo finanziario invariato”, con misure “trasversali per la crescita”.

“Abbiamo approvato la Manovra con la quale stanziamo oltre 38 miliardi per aiutare il tessuto sociale e produttivo ad affrontare e superare l’emergenza. E’ una Manovra importante e ambiziosa, che interviene sul presente e sul futuro del Paese e che rafforza la rete di protezione per imprese, famiglie e lavoratori”. Lo ha scritto su Facebook il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, elencando il pacchetto di misure per lavoro e Welfare.

Leggi anche: Di Maio a TPI: “I governatori delle Regioni cambiano idea continuamente sul Covid, ora basta”

Ti potrebbe interessare
Economia / L’Antitrust sanziona Google per abuso di posizione dominante: multa da 100 milioni di euro
Economia / Amazon non paga le tasse, ma per i giudici europei va bene così: la sentenza della Corte Ue
Economia / Covid, nel 2020 boom di brevetti e invenzioni: “Con la patent box l’impresa risparmia”
Ti potrebbe interessare
Economia / L’Antitrust sanziona Google per abuso di posizione dominante: multa da 100 milioni di euro
Economia / Amazon non paga le tasse, ma per i giudici europei va bene così: la sentenza della Corte Ue
Economia / Covid, nel 2020 boom di brevetti e invenzioni: “Con la patent box l’impresa risparmia”
Economia / L’ultima barzelletta di Amazon: “Siamo alleati delle pmi”. Ecco perché è vero il contrario
Economia / La Pubblica Amministrazione digitale accelera gli investimenti sulle imprese
Economia / Stellantis: gli azionisti brindano, gli operai piangono. Aumentano i ricavi ma anche la cassa integrazione
Economia / Aumento del bonus per l’a.d. di AstraZeneca, gli investitori protestano: “È osceno”
Economia / Amazon vince facile: nel 2020 in Europa 44 miliardi di ricavi e zero tasse pagate
Economia / Stellantis, otto giorni di stop a Melfi: 7mila lavoratori in cassa integrazione
Economia / Landini: “Oggi è il momento di vaccinare e non il momento di licenziare”